Come indossare i bracciali di tendenza: storia dei bracciali

Come indossare i bracciali di tendenza: storia dei bracciali
Come indossare i bracciali di tendenza: storia dei bracciali

I gioielli di tendenza per quest’anno 2023 e, probabilmente anche per il prossimo 2024, sono maxi. Si prediligono gioielli e bijoux dalle dimensioni importanti; ed il bracciale, è sicuramente tra i gioielli uno di quelli perfetto per essere scelto come regalo, sia nelle versioni in oro, che come bigiotteria. La versatilità dei bracciali è infatti ampissima, sia in termini di materiali che di design. Ma come si indossano i bracciali? E, soprattutto, come scegliere il bracciale più giusto? Vi sono dei classici storici in termini di bracciale come ad esempio l’elegante bracciale da tennis, i bracciali con ciondoli come quelli del noto brand Pandora. Ma scopriamo le tendenze moda, come indossare i bracciali, e la storia del bracciale nella sua unicità e particolarità.

Come indossare i bracciali di tendenza

I braccialetti necessitano di movimento, non dovranno essere aderenti a meno che non siano braccialetti elastici. Andrebbero indossati subito sopra l’osso del polso, e rimanere liberi di muoversi senza dare fastidio. I bracciali di moda sono maxi, ma si possono adottare anche i bracciali con ciondoli, tipo Pandora, ma anche bracciali dello zodiaco, o gli eleganti bracciali a maglia in oro, i bracciali bijoux, ed i bracciali di design dalle forme più varie come i gioielli Guess o di altri noti brand.

Come scegliere la misura di un bracciale?

Le misure dei bracciali più giuste, variano in base al sesso, ma anche al peso:

  • Bracciali femminili dai 16 ai 21 cm 
  • Bracciali maschili  dai 18 ai 23 cm

Per prendere la misura giusta per un bracciale occorre un nastrino ed un righello. Il nastro va avvolto intorno al polso lasciando spazio di movimento di circa 1 o 2 centimetri. Misurare con il righello la lunghezza del nastrino e sapremo che misura dovrà essere il bracciale da comprare o regalare.

In alternativa, si può usare il centimetro morbido da sarta. E’ consigliabile scegliere dei bracciali che siano più larghi della misura del polso, tranne se si tratta di braccialetti elastici o alla schiava. Una tabella approssimativa può aiutare anche se in realtà molto dipende dalla fisicità.

A quale braccio si mettono i bracciali?

Una delle domande più comuni che le giovanissime si pongono è proprio questa: quale polso per il bracciale? In realtà i bracciali possono essere indossati ad entrambi i polsi ed accoppiati anche con l’orologio, senza problemi, specie se si è giovani.

Oltre questo però va detto che il braccialetto va indossato al braccio destro, mentre classicamente l’orologio si pone sul braccio sinistro (polso). Si tratta di comodità ed abitudine ma nulla vieta di fare il contrario, specie se si è mancini.

Quanti braccialetti dovresti indossare?


Il numero dei bracciali dipende dall’occasione specifica, elegante o non, e dal tipo di outfit. Un outfit di tipo casual si possono indossare 2-3 braccialetti, od anche di più, specie se i braccialetti sono in colori contrastanti o se si tratta dei classici cerchi in metallo.

Anche in estate i bracciali ad anello in osso, legno o metallo, possono essere indossati in numero di 3 o 4 senza problemi per un perfetto stile gitana. Anche le dimensioni dei bracciali condizionano il numero degli stessi, i bijoux e di gioielli di tendenza 2023 sono maxi, e un bracciale maxi orna abbondantemente il polso anche se indossato singolarmente (cosa consigliata).

Quali bracciali per ragazza?

Le ragazze potranno adottare ogni tipologia di materiale: dai classici braccialini con perline colorate, ai bracciali in metalli nobili e non fino ai gioielli in argento. Legno, plastica colorata ogni materiali può essere scelto per un bracciale da ragazza, senza limitazione alcuna.

Quali bracciali indossare a 50 anni?

A 50 anni e più si possono indossare sia i bijoux che pietre e metalli nobili. Anche le dimensioni, se rispettano le tendenze moda, sono tutte perfette.  Argento, platino e oro bianco risultano adatti alle persone grandi di età, e per chi ha 50 anni o più.

Ma alla fine la moda e le sue tendenze hanno stravolto i canoni estetici sia in termini di abiti che di gioielli. La moda gender fluid consente di indossare ogni cosa praticamente ad ogni età senza vincoli di razza, sesso o età. Poi, sicuramente sta al buon gusto capire cosa ci sta bene e cosa no.

Storia e nascita dei bracciali

La storia dei bracciali, è molto antica e risale all’antico Egitto in particolare, al 5000 avanti Cristo. Ma alcuni ritrovamenti potrebbero essere datati anche in periodi precedenti. Certo è che i bracciali in alcuni popoli nascono come ornamento, in altri invece, per proteggere i polsi in battaglia.

Bracciale in Egitto

Il bracciale più antico ed anche il più famoso è stato ritrovato in Egitto. Si tratta del bracciale con Scarabeo simbolo noto e famoso degli egizi. Lo Scarabeo è il simbolo di rinascita e rigenerazione, considerato anche un potente amuleto simbolo di resurrezione. La gioielleria ha origini molto antiche, risalenti al periodo prima di Cristo. Come visto, l’abbigliamento nell’antico Egitto prevedeva l’uso di gioielli e di bracciali, così come in altri popoli antichi.

Il bracciale in Grecia e Russia

In Russia sono stati ritrovati bracciali databili a 40mila anni fa. Greci, Romani ed altri popoli anche aborigeni, indossavano bracciali realizzati con ogni tipo di materiali, dai semi dei frutti, ossi, denti, corna di animali, conchiglie, fino ai metalli. Molto probabilmente, il primo metallo utilizzato dagli antichi per la creazione di gioielli è stato proprio l’oro.

Probabilmente gli uomini antichi utilizzavano i bracciali come protezione dei polsi, come nel caso delle popolazioni greche e dei loro soldati.

I bracciali delle donne romane

Le donne romane e l’abbigliamento dell’antica Roma, prevedeva anche l’uso di gioielli. Orecchini, anelli, collane e bracciali ornavano le donne romane. Il bracciale da donna più usato nell’antica Roma veniva indossato sopra al gomito all’altezza del bicipite.

Era un bracciale a forma di serpente con occhi di smeraldo, costituiva un vero e proprio talismano che si riferiva alla dea Iside, un’antica divinità egizia alla quale si imputavano guarigione e protezione, ma anche fertilità e magia.

I bracciali nel medioevo

Abbiamo ampiamente parlato dei gioielli nel medioevo e l’arte orafa di quell’epoca. Ma vogliamo soffermarci sui bracciali dell’epoca medioevale. Nel Medioevo i bracciali vennero adottati ed indossati sia dalle donne che dagli uomini.

Abiti ed ornamenti, dal medioevo fino al rinascimento, indicavano l’estrazione sociale e la casta di appartenenza. I gioielli erano ottenuti in modo artigianale e ciò che ci è arrivato dalla storia, sono vere e proprie opere d’arte orafe. Bracciali in oro, bronzo, ed altri metalli impreziositi da pietre o lavorati con sapiente maestria.

I gioielli del medioevo storia e origini
Gioielli nel Medioevo storia dell’arte orafa in Europa dai Romani ai Barbari, fino al Rinascimento

Abbiamo visto quali sono e come indossare i bracciali di tendenza oggi, proposti in tante fogge e tipologie di materiali. I bracciali di moda però, sposano le dimensioni maxi e diventano protagonisti, insieme a collane, anelli ed orecchini maxi degli outfit di moda del 2023.

Previous articleCabina Armadio perfetta e in ordine? Ecco come realizzarla
Next articleTasso Bonsai coltivazione, tipologia, esposizione rinvaso, potature, legature