Abbigliamento nell’antica Roma: come si vestivano i romani

13
2986
L'abbigliamento dell'antica Roma repubblicana era essenzialmente costituito da abiti semplici non cuciti. Ma come si vestivano esattamente i romani?

Ogni epoca ha avuto i suoi momenti di splendore, le sue usanze i sui costumi, governi, amministrazione pubblica, modo di abbigliarsi e di nutrirsi. Anche i romani, che hanno regalato al mondo una gran fetta di storia, amavano seguire la moda dell’epoca e vestirsi in vari modi a seconda del ceto sociale. L’abbigliamento dell’antica Roma repubblicana era essenzialmente costituito da abiti semplici non cuciti. Ma come si vestivano esattamente i romani?

 

Abbigliamento nell'antica Roma: come si vestivano i romani
Abbigliamento nell’antica Roma: come si vestivano i romani

 

Abbigliamento nell’antica Roma: come si vestivano i romani

 

I romani utilizzavano pezze di stoffa principalmente in lana o in lino mentre sia il cotone che la seta erano usati da pochi eletti in quanto i tessuti andavano importati e trasportati dall’Oriente ed avevano un costo elevato.

L’ampiezza dei teli che costituiva gli abiti romani, non era eccessiva, in quanto le stoffe utilizzate, venivano tessute in casa, ed i telai adottati avevano una larghezza ridotta. Solo in seguito, con l’evoluzione e la modifica dei telai, i romani produssero teli di dimensioni maggiori ed abiti più ampi. Sebbene di fattura semplice gli abiti erano decisamente molto belli sia per gli uomini che per le donne.

 

Romano con toga – Toga romana
L’abito più antico dei romani: il mantello

Tra i capi d’abbigliamento più antichi e significativi del popolo romano, troviamo un abito semplice: il mantello, denominato “trabea”. La trabea, ossia il mantello, veniva ottenuto piegando in due una pannello di stoffa per poi poggiarlo su entrambe le spalle o in alcuni casi su di una spalla sola.

Esisteva una serie di mantelli riservati a classi sociali specifiche: il pallio, un mantello di forma quadrangolare, generalmente appoggiato sulla spalla sinistra al posto della toga, adottato da dotti e dai senatori. Tra i militari veniva adoperato un altro mantello il paludamentum, un mantello di color porpora. Infine, vi era la modesta trabea che, con il passare dei secoli divenne un ampio mantello decorato indossato dagli imperatori,dai consoli e dai cavalieri.

I plebei indossavano la lacerna, semplice mantellocon cappuccio utilizzato per ripararsi dalla pioggia. Gli schiavi romani avevano un abbigliamento molto semplice, una tunica corta sulla quale ponevano un mantello denominato sagum che era costituito da un piccolo quadrato di stoffa con un foro centrale in cui veniva inserita la testa.

Il popolo romano indossava una tunica molto simile a quella dei greci denominata “chitone”.

Le donne romane indossavano una tunica senza le maniche simile ad una lunga sottoveste, sulla quale le matrone e le donne benestanti indossavano un’altra tunica chiamata stola, quest’ultima era più ampia della precedente e molto più ricca. Il mantello delle matrone era ampio si chiamava “palla”, un ampia stola con la quale si coprivano il capo quando uscivano di casa. Molto apprezzati negli abiti sia i ricami ( naturalistici e figurativi), che le frange,mentre i colori più amati erano il rosso, il verde acqua, l’azzurro,il giallo il rosa ed il blu.

Per fermar il mantello sulla spalla si adottavano spille preziose, mentre per stringere la vita si utilizzavano delle cinture.

Abbigliamento dell’antica Roma in relazione al ceto sociale

 

Nel tempo gli abiti dei romani divennero un mezzo per classificare e riconoscere il ceto sociale di appartenenza. La toga era riservata esclusivamente ai cittadini romani e non poteva essere indossata ne dagli stranieri ne dagli schiavi o dai liberti. Dunque l’abito costituiva un forte elemento distintivo.

Anche il colore della stoffa variava a seconda del personaggio che indossava la toga:

  • bianca e candida la toga di chi rivestiva cariche pubbliche;
  • bruna era la toga indossata da chi portava il lutti,
  • mentre la toga praetexta, era caratterizzata da una fascia di color porpora acceso ed era riservata ai figli dei cittadini non ancor in età adulta (o virile), allo stesso tempo veniva adottata anche da magistrati romani, senatori cavalieri e sacerdoti, la larghezza della striscia porpora presente sulla toga praetexta distingueva il ruolo politico o sociale di chi la indossava.
  • I condottieri valorosi indossavano la toga picta o palmata sempre di color porpora presentava dei ricami in oro e argento a forma di palma o di stelle. Veniva indossata nelle parate ufficiali.
  • Infine vi era la toga “virile” indossata dai cittadini romani dopo il compimento dei 16 anni quando per legge e tradizione entravano ufficialmente nell’età adulta, era di lana bianca.
Acconciature capelli antica roma
Acconciature nell’antica Roma

 

Anche le acconciature dei capelli nell’antica Roma, erano differenti in relazione al ceto di appartenenza: gli uomini portavano i capelli corti ed il viso rasato, mentre le donne costruivano complicate acconciature tingendosi i capelli arricciandoli sulla fronte e decorando la chioma di nastri e boccoli.

I dettami di questa moda furono molto ampi e variarono con le diverse epoche storiche, a tutt’oggi le acconciature consentono di datare l’epoca delle statue o dei vasi e affreschi che ci sono pervenuti.

 

Calzature antica Roma
Le calzature dell’antica Roma

 

Anche le calzature dell’antica Roma, come l’acconciatura, il tessuto ed il mantello, potevano tradire il ceto di chi li indossava.

I senatori indossavano dei calzari di color scuro, spesso nero, mentre i Patrizi avevano dei calzari di color rosso arricchiti da decorazioni e fibbie. Le matrone, che all’epoca erano ricche signore dei ceti elevati, indossavano delle calzature di color rosso o oro spesso decorate con ornamenti di vario genere o con delle pietre preziose.

Una calzatura molto caratteristica degli antichi  romani, indossata dagli attori e non solo, erano i coturni, scarpe caratterizzate da suole alte in legno, calzature molto caratteristiche.

 

Ti potrebbe interessare:

L’abbigliamento nell’antica Grecia: storia e costumi

 

Sotto foto con abiti dell’antica Roma: abiti femminili, abiti maschili e abiti militari nelle loro numerose fogge.

Abiti dell'antica Roma: abiti femminili, abiti maschili e abiti militari
Abiti dell’antica Roma: abiti femminili, abiti maschili e abiti militari

Abbigliamento femminile antica Roma – abbigliamento maschile antica Roma – abbigliamento militare antica Roma

 Credit foto http://it.wikipedia.org/wiki/File:Hans_Muetzel_3.jpg http://it.wikipedia.org/wiki/File:Young_Folks%27_History_of_Rome_illus121.png http://it.wikipedia.org/wiki/File:Toga_Illustration.png http://it.wikipedia.org/wiki/File:Ancient_Times,_Roman._-_018_-_Costumes_of_All_Nations_(1882).JPG http://it.wikipedia.org/wiki/File:Ancient_Times,_Roman._-_016_-_Costumes_of_All_Nations_(1882).JPG http://it.wikipedia.org/wiki/File:Ancient_Times,_Roman._-_017_-_Costumes_of_All_Nations_(1882).JPG

13 COMMENTS

  1. devo dire che alcuni tipi di sandali moderni ricordano le antiche calzature! poi se certe signore le abbellivano con pietre preziose dovevano essere propro belle!interessanti informazioni!

     
  2. mi son sempre domandata come fossero i loro abiti, insomma un grande stola in cui si avvolgevano…ed io che pensavo che fossero cuciti apposta per avere quelle linee morbide…macchè…grazie per tutte le info che mi hai dato oggi^_^

     
  3. molto interessante mi serviva una ricerca sui vestiti e ho preso un bel voto grazie a questa ricerca. molte grazie!!!

     

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!

* Raccogliamo il tuo nome, la tua email e il contenuto del messaggio per tracciare i commenti postati sul nostro sito. Per informazioni controlla la nostra privacy policy. Per commentare ci dai il tuo consenso ad acquisire la tua mail. Per rimuoverla, fai richiesta.

*

Ho letto e acconsento alla privacy policy: Accetto

Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.