La scienza del cuore secondo il libro di Carmen di Muro

2
La scienza del cuore secondo il libro di Carmen di Mauro
La scienza del cuore secondo il libro di Carmen di Mauro

Il cuore non è un organo a se stante, ma collabora, coadiuva e influisce, su tutto il corpo umano e sulla mente. Il libro nasce da un indagine coesa svolta dall’autrice del libro “La Scienza del Cuore” basata sulle grandi ricerche di frontiera e le prime ricerche sull’intelligenza cardiaca che partirono a metà del ventesimo secolo ad opera di alcuni fisiologi. Attualmente, questi primi studi sono diventati concretezza. Come azionare “la luce” energetica che questo organo possiede? E come azionare il potere di questo organo straordinario che è il cuore?

La scienza del cuore secondo il libro di Carmen di Muro


Il cuore sincronizza gli organi di tutto il nostro corpo e comunica, secondo la scienza d’avanguardia, costantemente con il cervello, attraverso un sistema di bio-comunicazione; infine, secondo studi scientifici, sembra che il cuore possieda un proprio cervello, ed una propria logica. Unendo due dimensioni, scienza di frontiera e anima, avviene l’incontro tra questi due ambiti che mettono in luce le potenzialità che risiedono nel cuore. Le emozioni, l’anima presente in ognuno di noi, ci parla costantemente in modo tacito, ma concreto, e lo fa attraverso l’apparato elettivo che è il cuore. Materia, campi energetici ed emozioni lavorano in sincronia tra di loro.

Ma quali sono i codice attraverso cui il cuore comunica con l’anima? Sono le emozioni. Quindi non solo il cervello è il “direttore di orchestra” del nostro modo di percepire ed essere” Ma anche il cuore. La scienza di frontiera ci dimostra che siamo molto più emotivi di quello che pensiamo.

Alessitimia: quando mancano le emozioni

Il cuore nelle popolazioni antiche: Egizi, Medicina cinese e Medioevo

Attraverso la scienza del cuore si può compiere un grande salto verso la consapevolezza e le potenzialità che il cuore possiede. Il cuore non è solo un organo che funge da pompa per il corpo, ma molto di più. Nel libro c’è una parte dedicata alla scienza attuale ed un’altra legata alla storicità antica di questi studi partendo dal medioevo fino ad arrivare agli egizi e alla medicina tradizionale cinese.

Gli egizi pensavano che il cuore fosse il fulcro della moralità e della vitalità dell’essere umano ed era l’unico organo che poteva essere trasportato nell’aldilà. Gli antichi romani (Ovidio) nel suo Remedia Am

oris, racconta che Esculapio, Dio della guarigione, curva con erbe e rimedi particolari ma una delle sue frasi celebri cita: ” NULLA SI PUO’ CURARE QUANDO SI TRATTA DI UNA FERITA DEL CUORE“. La storia è ricca di metafore di questo tipo, questo significa che il cuore è un organo con capacità e poteri ben più grandi da quelle che conosciamo in maniera classica identificate dalla medicina e dalla scienza.

Le emozioni viaggiano ad un livello molto più sottile e velato rispetto a quelli cognitivi, le emozioni bypassano il pensiero razionale. e non ci permettono di “sentire” ed “emozionarci”. Il cuore si nutre di emozioni e diventano la fonte tra psiche e soma. Infatti in relazione ad uno stato emotivo ci apriamo al mondo e alle situazioni in maniera diversa.

La scienza del cuore secondo il libro di Carmen di Muro
La scienza del cuore secondo il libro di Carmen di Muro

Il cuore ci permette di entrare in connessione con gli altri

La fisica quantistica ci aiuta ad interpretare questo concetto di connessione con gli altri. La biologia molecolare ha messo in evidenza che la parte più piccola delle nostre cellule scomposte sono atomi, protoni neutroni etc, fino ad arrivare ai fotoni e all’energia radiante. Quindi, noi uomini siamo “energia radiante” e non solo esseri materiali. I nostri canali sensoriali si basano sull’energia che fluisce da noi e che è composta anche dalle emozioni.

Costantemente, noi intratteniamo relazioni con il campo energetico e con un contesto relazionale. Sin dalla nascita, e anche prima, nel ventre della mamma, attraverso le nostre esperienze di crescita che ci pervengono dall’ambiente esterno (genitori ed altro), si impara, attraverso il cuore e alle emozioni, a interagire con il resto del mondo. Noi siamo un’insieme di psiche e soma, cuore e cervello. Le emozioni si regolano in base ad una certa frequenza e a stati emotivi che possono avere valenza positiva o negativa.

Mantenere la coerenza cardiaca

Secondo gli studi d’avanguardia iniziati dal 1991 si mette in evidenza il fatto che il cuore ed il cervello comunicano, e che il cuore ha un “cervello suo”: il sistema nervoso intrinseco cardiaco ha più di 40 mila neuroni, sensori e cellule specializzate, gangli e proteine che hanno la funzione di ricercare tutte le varie sostanze circolanti ed inviare, in base a questi valori, delle informazioni al cervello il quale obbedisce.

I ricercatori dell’ARTÉMAT hanno scoperto che il cuore produce il campo elettromagnetico più grande del nostro corpo anche dello stesso cervello, e che questo regola tutti i processi biochimici ed entra in contatto anche con il campo energetico degli altri. Questo accade positivamente quando il nostro cuore è coerente e presenta ordine ed armonia trasmettendo informazioni dettagliate. Cosa mette in coerenza il nostro cuore?

Le emozioni positive perduranti nel tempo “coerenza psico-fisiologica” permette a tutti gli organi di vibrare in maniera positiva inviando un’ informazione coerente dentro e fuori dal nostro organismo. Tutto ciò impatta positivamente sia in noi stessi che con gli altri, questo perché le vibrazioni giungono e impattano fino ad una distanza di 1 metro e mezzo.

Chi è Carmen di Muro? L’autrice di ” La Scienza del cuore”

Carmen di Muro è psicologa clinica, psicoterapeuta specializzata in psicoterapia Cognitivo Post- Razionalista in ISTDP (Intensive Short Term Dynamic Psychotherapy), e specialista in Psicologia Emotivo – Comportamentale Integrata, nonché Quantum Trainer e Giornalista. L’autrice che ha un bagaglio culturale e di formazione ampio ed interessi profondi legati alla biologia, alle neuroscienze e alla medicina e fisica quantistica, peculiarità che le hanno consentito di dar vita ad un metodo di lavoro personale interdisciplinare che possiamo definire: Quantico – Bio – Emozionale.

Ha dunque ampliato la sua visione professionale dando spazio alle connessione che collegano cuore e mente, emozioni e stato di salute, connessioni cardiache e felicità. Oggi viviamo in un mondo esclusivamente materiale e se la scienza da un lato facilita il lavoro e la ricerca, dall’altro ha offuscato la saggezza profonda di cui noi esseri umani, abbiamo una conoscenza tacita, ma di cui gli antichi conoscevano molto di più. Le neuroscienze e la medicina hanno ridisegnato il ruolo del cervello ma tacitamente le potenzialità del nostro copro e del nostro cuore sono radicate.

Carmen di Muro si occupa, con i suoi pazienti, anche dell’energia determinata dalle emozioni. Secondo l’autrice è importante imparare ad ascoltare le proprie emozioni. Noi spesso usiamo il termine “sto pensando” ma mai usiamo il termine “sto sentendo” questo perché siamo disabituati a “percepire” il nostro cuore e le nostre emozioni che invece costituiscono la chiave del potere che è insito in ognuno di noi e che ci permette di aprire il cuore e recuperare benessere, felicità e salute.

Carmen di Muro è autrice di vari libri e con Macro Edizioni ha pubblicato Scienza Del Cuore, ma anche Spiritual Mind, Nuove prospettive di guarigione tra coscienza e fisica quantistica. E’ inoltre autrice di numerosi articoli di letteratura scientifica per varie riviste del settore ed è membro del comitato scientifico della rivista ventennale “Scienza e Conoscenza” di Macro Edizioni.

Com’è articolato il libro

Il libro è composto da una sezione dedicata alla scienza, a tutti i meccanismi biologici e biochimici che regolano i nostri comportamenti ed il nostro modo di essere . Poi troviamo una seconda parte in cui la persona viene guidata attraverso un’azione e degli esercizi utili per riequilibrare una situazione di regolazione malsana che può essere insorta nelle fasi del proprio sviluppo. Il libro definisce il cuore come “un portale di accesso“, un organo che pompa il sangue milioni di volte nell’arco della giornata. E’ il primo organo che si forma e che compie un movimento ritmico costante.

Ma cosa spinge le cellule del cuore a muoversi in maniera autonoma? Il cuore e un portale con accesso privilegiato al mistero della vita che ci ricollega all’universo e all’intelligenza divina che lo regola e che va oltre ciò che si può percepire con i sensi fisici e con il pensiero.

Vi lascio la video intervista che potrà aiutarvi a comprendere meglio l’argomento trattato e le potenzialità del cuore visto come strumento potente di benessere e guarigione sia fisica che mentale.

Conclusioni

E’ utile partire sempre dal nostro stato emotivo perché lo stato emotivo diventa la chiave di tutto: la vita è un flusso perenne verso l’evoluzione: le cose accadono. Seguire il flusso significa seguire la vita così come è, e trovare la forza per affrontare tutto ciò che ci accade, perché ogni evento porta ad una evoluzione e crescita, si deve imparare a guardare a quante situazioni ed eventi noi opponiamo resistenza, perché in questo caso la nostra energia emotiva non sta fluendo… e causa dei blocchi e delle disfunzioni.

La domanda da porsi è: Quale emozione io sto facendo risuonare tutti i giorni dentro e fuori di me?

Amigdala: il cassetto segreto delle nostre emozioni

2 COMMENTS

  1. Ciao una tematica molto interessante on cui concordo molto. Pensieri profondi che trovano riscontri nella realtà. Un libro da leggere, grazie Mara

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.