Umbria : i 10 borghi più belli da vedere

18
284
Lago trasimeno
Umbria : i 10 borghi più belli da vedere

Spesso definita il cuore verde d’Italia, l’Umbria è conosciuta per il suo paesaggio fertile, le
dolci colline e la ricca storia. Immerse in questa terra lussureggiante ci sono una miriade di
città storiche che vantano una cultura ricca di fascino. Ecco i 10 borghi più belli da vedere in Umbria senza dimenticare gli altri borghi d’Italia molto belli che si trovano nelle regioni confinanti come i Borghi del Lazio e della Tuscia Viterbese, o le cittadine di Marche e Toscana con la sua splendida Firenze, Pisa o le spiagge della Feniglia, luogo di villeggiatura estiva.

Il Lago Trasimeno e L’Umbria con i suoi borghi

Prima di spostarci verso i borghi umbri vi ricordo che nella cornice verde di questa terra si trova il Lago Trasimeno confinante con Umbria e Toscana, sulle cui sponde vi sono cittadine da visitare come Castiglion del Lago, Passignano sul Trasimeno e le sue isole molto caratteristiche: Isola Maggiore, isola Polvense e L’Isola Minore, sono raggiungibili con il traghetto ad orario, o noleggiando imbarcazioni minori condotte dai pescatori. Il lago di color verde, ha un levata moria di pesci per via delle alghe.

Ma le isole, se pur piccole e quasi non abitate, contengono al loro interno un patrimonio storico molo suggestivo come Il Castello di Isabella Guglielmi, Nell’Isola Maggiore, il piccolo cimitero (antica chiesa) o la scuola, ora museo del merletto, istituita da Isabella G. per insegnare alle donne del luogo, la lavorazione Guipure a punto Irlanda. Tra il verde dell’isola ricca di ulivi, è facile scoprire fagiani e lepri nonché numerose specie volatili. I reperti archeologici più antiche reperiti sull’Isola Maggiore sono di epoca Etrusco-romana. Abbiamo visitato questi borghi fantastici, alloggiando nella suite superiore del Casale di Monte Gualandro, dotata di camera soggiorno con angolo cottura bagno disimpegno e terrazzo esterno con splendida vista sul lago che si trova a Tuoro sul Trasimeno.

Perugia

Perugia era una delle principali città etrusche italiane durante il suo periodo di massimo
splendore. Oggi è una città universitaria che, grazie anche alla presenza di numerosi turisti
provenienti da tutto il mondo, è diventata un vero e proprio centro culturale di grande
fermento. E’ possibile trascorrere una giornata a Perugia girovagando per il centro storico ricco di antichi edifici, mercati e caffè. Interessante anche la visita nella rete sotterranea di tunnel che corrono sotto la città, peculiarità che consente di scoprire il lato nascosto di questo luogo incantato.

Gli amanti del cioccolato dovrebbero visitare la città durante il festival
Eurochocolate che si svolge ad ottobre. Inoltre, Perugia è costellata di chiese storiche,
spazi verdi e punti panoramici che permettono di ammirare il Lago Trasimeno. Da non perdere il Pozzo etrusco o Pozzo Sorbello della seconda metà del III secolo. Perugia è situata a 250 metri di altezza ha 5 porte e cinque borghi medioevali. La si può visitare a piedi tranquillamente, utilizzando ascensori e scale mobili.

Perugia

Spoleto

Questa antica città è dominata dalla tradizione religiosa e da numerosi edifici storici.
Spoleto è considerata una delle città più belle della zona in quanto è fiancheggiata da
uliveti, vigneti e panorami mozzafiato. Mentre il turista vaga per la città, può ammirare le
stesse incantevoli immagini che hanno osservato anche illustri governatori e numerosi
papi del passato.
Scoprire la fortezza, il teatro romano, il Ponte delle Torri e il Palazzo Mauri è davvero un’esperienza unica. Per godere del miglior panorama di Spoleto è possibile fare una passeggiata intorno a Rocca Albornoz, che offre una vista su vallate e monumenti storici.

Spoleto

Bettona

La piccola città di Bettona è situata su una collina nell’Umbria centrale, a breve distanza da Perugia. Di forma ellittica, Bettona è ancora circondata da mura medievali e ha anche conservato alcune parti delle antiche mura etrusche.
Sebbene Bettona sembri piuttosto trascurata dalla maggior parte delle guide turistiche, si
tratta di un borgo antico suggestivo che merita senza dubbio una visita. E’ inserito tra i borghi più belli d’Italia, quindi non perdetelo!

Bettona

Il centro di Bettona è attraversato dall’antica strada romana chiamata Via di Mezzo che
collega le due porte della città, Porta Vittorio Emanuele a nord-ovest e Porta Romana a
sud-est. Le strade principali si incontrano in Piazza Cavour, dove è possibile visitare
l’oratorio di Sant’Andrea, costruito nel XIII secolo ma con ristrutturazioni in stile barocco.

Spello

Ai piedi del Monte Subasio si trova la pittoresca città di Spello dove, tortuose strade
medievali e chiese secolari, incantano gli appassionati di storia e di architettura. Fondata
dall’antica popolazione degli Umbri, Spello fu in seguito colonizzata dai romani la cui
eredità può ancora essere vista in luoghi come Porta Venere, una porta della città di epoca
augustea splendidamente conservata. Spello è infatti cinta dalle Antiche Mura Romane caratterizzate da 3 porte che consentivano l’ingresso alla cittadina umbra: Porta Venere, appunto, Porta Urbica e la Porta Consolare del I secolo a.C. Sempre del medesimo periodo storico la Casa Romana, riportata alla luce nel 1885.

Spello

Orvieto

Senza dubbio una delle città collinari più belle dell’Umbria, Orvieto – situata al confine con
il Lazio – si trova in cima a una collina vulcanica che domina le pittoresche pianure del sud-
ovest umbro. Il coronamento della città è il magnifico Duomo di Orvieto, il gioiello gotico
del XIV secolo noto per la sua facciata vibrante e gli affreschi maestosi del pittore
rinascimentale Luca Signorelli presenti nella Cappella di San Brizio.

Duomo di Orvieto

Sotto Orvieto si trovano una miriade di tunnel e grotte di epoca etrusca usati come deposito del vino e rifugi antiaerei della seconda guerra mondiale. Gli etruschi popolo raffinato nell’abbigliamento e nelle edificazioni ha lasciato in eredità un bel patrimonio artistico all’umanità.

Gubbio

Nota come il paese dei pazzi a Gubbio si può acquistare la patente di matto, una caratteristica del folclore locale di questa ridente cittadina umbra. Ricca di botteghe con artigianato locale è perfetta anche per chi ama fare acquisti.

Nella parte nord-occidentale dell’Umbria si trova Gubbio, un’affascinante città costruita
sulle ripide pendici del Monte Igino, (raggiungibile con la funivia), nota per la sua ricca storia e cultura. Avvicinandosi alla città, le rovine di un teatro romano costruito nel I secolo, accolgono i visitatori mentre una passeggiata attraverso le sue ripide e tortuose strade conduce alla bellissima Piazza Grande, una piazza centrale con vista panoramica che ospita anche l’imponente Palazzo dei Consoli risalente al 14° secolo. All’interno del Palazzo si trova il Muso Civico dove sono custodite le Tavole Eugubine ossia 7 lastre in bronzo incise che riportano antiche iscrizioni. Gubbio è nota anche per la folcloristica Festa dei Ceri, uno dei festival più antichi d’Italia. Arrivando sul Monte Igino, invece, è possibile visitare la basilica di Sant’Ubaldo a 5 navate.

Assisi

Culla della religiosità umbra, luogo natale di San Francesco e Santa Chiara, Assisi è permeata da un’atmosfera unica nel suo genere.

A pochi chilometri a est di Perugia, si erge la splendida cittadina collinare di Assisi. La Basilica di San Francesco, costruita in onore del Santo tra il 1228 e il 1253, è una delle attrazioni imperdibili di Assisi e un sito del patrimonio mondiale dell’UNESCO che rimane ancora oggi un importante sito di pellegrinaggio cristiano. Santa Maria Maggiore, la Porziuncola e L’Eremo delle Carceri di San Francesco, sono luoghi da non perdere sia per chi è religioso che per coloro che amano l’arte e la storicità.

Da non perdere anche luoghi come il Tempio di Minerva perfettamente conservato, costruito dai romani nel I secolo, testimoniano il rispetto di Assisi per la sua ricca storia, mentre il bellissimo Parco Regionale del Monte Subasio è un paradiso per gli amanti della natura. Nel visitare questi luoghi si può trovare ospitalità in alberghi, B&B e borghi caratteristici come quello in cui abbiamo soggiornato noi in un altro dei nostri viaggi in terra umbra.

Assisi

Todi

Piccola, medioevale e molto suggestiva, arroccata su una collina sopra il tortuoso fiume Tevere, la graziosa cittadina di Todi sembra davvero uscita da una fiaba. Strade strette e acciottolate si snodano sul suo terreno collinare e conducono a monumenti medievali splendidamente conservati come il Palazzo del Popolo. Costruito nel 1213, è uno degli edifici pubblici più antichi d’Italia, posizionato accanto a graziosi caffè e boutique.
In gran parte incontaminata dal turismo, Todi offre un vero spaccato di pacifica vita umbra.

Todi

Bevagna

Piccola, visitabile in poco tempo, ma davvero suggestiva e bella la piccola Bevagna cittadina Umbra non ha nulla da invidiare alle città umbre più grandi e note. Ogni angolo regala scorci suggestivi che catturano l’attenzione.

Lucca: Torre Guinigi

Immersa nel cuore dell’Umbria, Bevagna è un’affascinante città incastonata tra due fiumi e di cui alcuni corsi d’acqua scorrono all’interno del paese. Si erge lungo la Via Flaminia, un’antica strada romana che porta da Roma all’attuale Rimini. Circondata da mura molto alte che racchiudono un giardino rialzato, con prati, alberi alto fusto e strade pedonali, permette l’accesso attraverso delle grandi porte medioevali. Un piccolo gioiello umbro ricco di fascino.

La piazza principale, Piazza Silvestri, ospita due splendide chiese romaniche, la piccola e sobria San Silvestro e la più imponente San Michele Arcangelo con il suo maestoso campanile. Un breve viaggio in auto a nord-ovest della città può essere una vera delizia per gli enofili e gli amanti dell’arte contemporanea. La città è piccola è visitabile in un paio d’ore. Per mangiare ci si può fermare in uno dei ristoranti che affacciano sulla piazza. Noi abbiamo optato per L’Angolo Tondo dove abbiamo mangiato piatti tipici a buon prezzo.

Lucca e la torre dei Guinigi

Lucca è circondata da mura medioevali con accesso da 6 porte. Da ognuna delle 6 porte si dipartono dei percorsi ciclabili molto suggestivi. Una cittadina medioevale di indubbia bellezza Lucca. Nell’ interno della città svetta la Torre dei Guinigi alta 45 metri. Da vedere la Cattedrale di San Martino e la Chiesa di San Michele, La chiesa di San Giovanni e Reparata, la piccola chiesa di San Francesco, quella di Santa Maria e molti altri edifici religiosi, tra essi il Monastero certosino di Lucca: La Farneta.

Bevagna – Dalle mura medioevali

Narni

La storica città di Narni si trova in un’imponente posizione collinare che domina la valle del
Nera
. Il centro storico di questa città è piacevole da esplorare e ha diversi monumenti
notevoli. La posizione della città sulla via commerciale romana denominata Via Flaminia la
rese in passato una città importante, prospera e ricca non solo in epoca romana ma anche
nei secoli che seguirono. Da Piazza Garibaldi è possibile seguire il percorso dell’antica Via
Flaminia, passando per la Porta del Vescovo e giungere fino in Piazza Cavour dove si
trova la Cattedrale risalente al 13° secolo con i suoi 3 ingressi anteriori.

Cortona

Piccola cittadina umbra molto caratteristica, Cortona, ospita edifici storici di epoca medioevale ed etrusca. Alcune case etrusche hanno mantenuto le caratteristiche antiche come la Bottega d’arte di Daniela Piegai sita nel cuore di Cortona. Suggestivi i giardini di Cortona con le mura e l’anfiteatro, L’ermo delle Celle dove si trova anche la piccola cella dove soggiornava San Francesco. Tra le vie di Cortona si trovano tante botteghe artigianali. ci colpiscono gli edifici religiosi ed il piccolo ma curatissimo teatro Signorelli di Cortona di cui vi abbiamo parlato tempo fa. Appena fuori Cortona si trova una Fortezza storica La Fortezza del Girifalco, un edificio del XVI secolo. La Fortezza voluta da Cosimo I dei Medici ospita attualmente al suo interno e nei suoi giardini, mostre e concerti. Nelle Vicinanze troviamo la Chiesa di Santa Maria Nuova ben realizzata e perfettamente conservata.

Organizzare un Itinerario Umbro tra città d’arte e prodotti tipici locali

L’Umbria è una terra che offre moltissimo sia a livello storico artistico, che gastronomico. A Natale i mercatini Umbri rallegrano le strade, mentre durante tutto l’anno il turismo popola molte delle cittadine nominate come ad esempio, Gubbio, Assisi e Todi. Da non perdere altre località turistiche collocate sulle sponde del lago Trasimeno come Castiglion del Lago, Passignano sul Trasimeno, ma anche Norcia, Città di Castello, Trevi e la splendida Foligno con il suo palazzo a guglie, il Duomo, la Biblioteca ed il Palazzo Comunale.

Foligno

Umbria : i 10 borghi più belli da vedere in 5- 6 giorni

Organizzando una gita di 5 o 6 giorni è possibile visitare gran parte della terra umbra e gustarne i sapori. Noto il tartufo di Alba insieme ai suoi fratelli locali neri e bianchi, gli insaccati di Norcia, il buon vino la produzione dei formaggi e di ottimo olio proveniente dalle colline umbre. Una terra fertile, quella umbra, in grado di regalarci prodotti tipici locali come castagne, e ottimi fungi insieme alla sua vasta produzione ortofrutticola.

18 COMMENTS

  1. Che posti meravigliosi! Ma sai che l’Umbria è l’unica regione d’Italia che non ho mai visitato? Devo rimediare al piu’ presto con una vacanza lunga!

  2. mi piace tantissimo l’umbria e mio padre ne è così innamorato che ci va due o tre volte l’anno con mia madre gubbio in primis

  3. L’umbria regala scenari pittoreschi e delizia con i suoi incantevoli borghi. A noi manca da vedere Spello. Ma torneremo senz’altro, perché è una regione che ci è rimasta nel cuore.

  4. L’Umbria è una regione davvero speciale, per me la più bella del centro Italia. Io amo la sua natura e tutta la storia che contiene.

  5. Bellissima l’Umbria. Visitata anni fa anche se non ho visto tutti i paesi da te citati e mi piacerebbe tornarci per un tour un po’ più lungo e approfondito rispetto al mio precedente. Ho adorato sia Orvieto che Perugia, ma anche gli altri borghi erano davvero degni di nota.

  6. Un articolo splendido, un ottimo itinerario per visitare la bellissima Umbria, infatti lo salvo sul pc per quando riusciremo ad organizzare una vacanza.

  7. Ho fatto questo itinerario tantissimi anni fa e al di là del cibo che ancora mi ricordo (hahah!!!) Sono posti davvero magici. A me sono piaciute molto le campagne ed il verde infinito dei prati umbri

  8. Splendida l’Umbria: ogni angolo di questa terra merita una visita. Non conoscevo Bevagna: non mancherò di inserirla in una prossima visita della zona (anche Narni mi manca all’appello)

  9. It’s really an impressive and creative work. I agree to that shadowing would have been great. It is nice anyway.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.