Come ottimizzare lo spazio nel bagno

Le case moderne in genere non hanno grandi dimensioni e quasi obbligano a soluzioni creative per ottimizzare piccoli spazi. Tutto, in queste abitazioni , è ridotto: dalla zona giorno a quella notte, passando naturalmente per il bagno, uno degli ambienti forse, più difficili da arredare.

 

Come ottimizzare lo spazio nel bagno
Come ottimizzare lo spazio nel bagno

Come ottimizzare lo spazio nel bagno

 

In presenza di dimensioni ridotte, ogni centimetro diventa di importanza strategica e servono piccoli trucchi di design e arredamento per esaltare le forme di un bagno. Accorgimenti perfetti e funzionali per ambienti di maggiori dimensioni, ma che in un piccolo bagno diventano di prima necessità. Uno spazio ordinato, comodo e luminoso è l’obbiettivo fondamentale. Ecco qualche semplice trucco per sfruttare lo spazio nel bagno. 

 

Prima regola: luminosità

 

Un bagno piccolo deve, come prima cosa, illudere i propri ospiti di essere più di quello che è. Questo vuol dire creare giochi  di luce, così da esaltare e valorizzare anche uno spazio ridotto, dando l’impressione di avere profondità perfino dove non c’é. Come giocare con la luce? Naturalmente con il vetro, un materiale irrinunciabile che presenta moltissimi vantaggi soprattutto negli ambienti particolarmente ristretti. In uno spazio come quello del bagno, il vetro ci permette di fare a meno di eventuali pareti od anche di un divisorio che diventerebbe problematico e per nulla funzionale.

 

Tre elementi fondamentali in un bagno: box doccia, porta e specchi

 

Si pensi al box doccia che, utilizzando il vetro, non è più un l’elemento di chiusura ma diventa un accessorio di design che favorisce e proietta la luce in tutto il resto dell’ambiente. Il risultato sarà un bagni più illuminato e confortevole. Consideriamo anche in un bagno piccolino, l’ideale  sarà per quanto concerne la porta, una porta scorrevole a scomparsa   meno incombente, e magari in vetro satinato che possa consentire di far passare la luce. Fondamentali anche gli specchi, meglio se importanti e privi di cornice, perfetti per aumentare la visuale.

 

Come arredare un bagno piccolo

 

Anche la scelta dei complementi di arredo deve essere smart. Ogni elemento, infatti, va scelto in modo funzionale e intelligente per sfruttare al massimo ogni dettaglio e centimetro del nostro ambiente. Meglio allora, prediligere i mobili che sfruttano la verticalità come i mobili a colonna per lavatrici e asciugatrici o i mobili sospesi, capaci di dare un bellissimo effetto ottico di profondità senza chiudere gli ambienti. Questa tipologia di arredamento è indicata anche per bagni di dimensioni maggiori in quanto consente di accrescere visivamente l’ambiente, regalando anche un senso di ordine  e pulizia; allo stesso modo dei sanitari sospesi, che nonostante l’investimento iniziale maggiore, presentano molti vantaggi in termini di funzionalità e ottimizzazione degli spazi.

Qualche rinuncia, poi, va contemplata a cominciare dalla vasca da bagno. Se si può, in fase di ristrutturazione, l’ideale sarà sostituirla con un box doccia aumentando così lo spazio del bagno. Sebbene comoda e romantica, la vasca da bagno è uno degli elementi da eliminare per ottimizzare le dimensioni di questo ambiente. Al massimo, si può optare per un sano compromesso costituito da un box multifunzionale, dotato anche di comoda seduta.

Se poi di tratta di un secondo bagno di casa, per ottimizzare ulteriormente ogni centimetro si può anche valutare di fare  ameno del bidet, così da avere un ambiente finale molto confortevole e meno ristretto. Occhio alla scelta dei mobili, quest’ultimi devono sempre essere proporzionati allo spazio che si ha a disposizione. In un ambiente di piccole dimensioni, che già rende complessi i movimenti al suo interno, e che offre ben poche soluzione d’arredo, si dovrà necessariamente rinunciare a mobili grandi e vistosi. Meglio puntare su arredi minimal. Sicuramente molto comodi per riporre tutto il necessario i mobili grandi risultano fuori luogo.

Niente panico! Al giorno d’oggi il mercato offre tante soluzioni creative per avere un impatto estetico importante anche con pochi centimetri a disposizione. Ad esempio, per il lavabo, meglio puntare su un modello indipendente, quindi vuoto nella parte inferiore che può essere trasformata in uno scaffale con ripiani extra, perfetto per riporre la biancheria e gli accessori. Infine, l’ultimo consiglio utile è quello di tenere sempre tutto in ordine. Una regola imprescindibile soprattutto in un piccolo spazio. Contenitori, scatole, ganci, mensole in vetro, scaffali aperti, sono tutte soluzioni perfette per ottimizzare lo spazio in bagno, a patto che si tenga in modo ordinato e preciso.

 

Ti potrebbe interessare:

10 consigli su come recuperare ed arredare un piccolo sottotetto

Sharing is caring!

Related Post

5 Commenti

  1. Greta

    Questo tuo articolo non puoi immaginare quanto mi sia utile…. Nonostante la mia casa sia grande il bagno è veramente piccolo… Devo cercare di sfruttare tutti gli spazi nel migliore dei modi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Raccogliamo il tuo nome, la tua email e il contenuto del messaggio per tracciare i commenti postati sul nostro sito. Per informazioni controlla la nostra privacy policy. Per commentare ci dai il tuo consenso ad acquisire la tua mail. Per rimuoverla, fai richiesta.

*

Ho letto e acconsento alla privacy policy: Accetto

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.