Cucciolo di cane come dare i comandi giusti ad un cagnolino

0
Cucciolo di cane come dare i comandi giusti ad un cagnolino
Cucciolo di cane come dare i comandi giusti ad un cagnolino

Nuovo cucciolo in casa? Notti insonni e difficoltà a capirsi? In realtà i cuccioli di cane apprendono velocemente, il problema è che spesso siamo proprio noi a sbagliare, impartendo al pelosetto dei comandi sbagliati che gli arrivano contrastanti e incomprensibili. Vediamo quindi come dare i comandi giusti ad un cucciolo di cane.

Cucciolo di cane come dare i comandi giusti

Lo dicono i maggiori addestratori di cani: i cuccioli hanno bisogno di pochi comandi ma che siano coerenti, questo per imparare velocemente cosa gli è permesso fare e cosa no. Ovviamente, nei primi giorni a casa marcherà il territorio, sarà confuso, necessiterà di sicurezza e dovrà ambientarsi. Considerate che anche in base alla razza avrete un cucciolo con carattere e peculiarità diverse.

Per questo è bene dargli una buona dose di attenzioni ed affetto, e mantenere al tempo stesso, il punto fermo su alcune cose. Insegnategli a non mordere ma, considerate che i primi mesi, tra sperimentazione e il cambio dei dentini i cuccioli è normale che mordano. Un cane adulto però non dovrà mordere. Per i denti comprate dei giochi da mordicchiare dirigendo l’attenzione del cucciolo su questi oggetti.

Come dire NO al cane

Un errore comune che le persone commettono, è quello di impartire l’ordine del NO con diverse voci verbali: “non si fa”, “stai buono” “fermo li” etc. Il primo comando in assoluto che un cucciolo deve comprendere ed imparare è il “no”. Attraverso il NO, il cucciolo capisce che quella cosa non va fatta. Ma come far capire il No al cane?

  1. Il No deve essere impartito con un tono di voce fermo, evitando di guardare il cucciolo negli occhi: se la vostra voce dice una cosa, mentre con gli occhi ed il cuore ne state pensando un’altra, il cagnolino lo capirà. Altro punto fermo, oltre alla voce, deve essere la mano.
  2. La vostra mano deve essere aperta o chiusa a mo’ di pugno, ed usata mentre pronunciate il NO; dovrete rivolgerla verso il cane. Non utilizzate il dito indice perché in questo modo, gli state dando un comando disorientante. Dopo il NO, se vedete che il cucciolo abbassa la testa ed alza una zampina con molta probabilità vi sta chiedendo scusa ed ha compreso che il vostro NO categorico è una sorta di rimproverò. Se si butta in terra a pancia all’aria sta cercando la vostra approvazione e vi invita al gioco.

I bisogni

Abituare il cucciolo a bisogni sulla traversa o in giardino e in strada non è semplicissimo. E’ necessario portarlo fuori più volte al giorno, (anche ogni 2 ore). Ricordo che i cuccioli, per legge, non andrebbero presi prima dei 60 giorni. Il periodo ideale per una sana formazione del carattere sarebbe dopo i 90 giorni. L’età giusta per prendere un cucciolo, va dai 60 ai 90 giorni. Dopo questo periodo è più facile che il cucciolo sia equilibrato e impari più velocemente. Se il cucciolo sporca, ammonitelo con un NO, e portatelo dove vorreste che facesse i suoi bisogni, a questo punto premiatelo.

Il momento della nanna

Se il cucciolo di cane ha dormito fino al giorno prima con i fratellini o con la mamma, si sentirà solo. Decidete se farlo dormire nella vostra stanza o in un altro ambiente della casa. Se dormirà con voi, starà scuramente buono, ma gli darete questa abitudine che poi, in un secondo tempo, sarà difficile da togliere. Se optate per un altro ambiente cercate di mettergli vicino una copertina o un pupazzo che abbia l’odore della mamma o, in alternativa, che abbia il vostro odore. Questo piccolo accorgimento lo calmerà e in pochi giorni si abituerà a dormire solo.

Come scegliere il cucciolo di cane giusto 35 razza ipoallergeniche

Considerazioni

Un cucciolo di cane così come altri animali, richiede tempo, dedizione e pazienza. Se decidete di fare questo passo ricordatevi di farlo con consapevolezza: non state adottando un peluche ma un esserino vivente bisognoso di cure ed affetto, il quale vi darà tanto amore, ma anche un bel da fare, specie nei primi mesi di crescita ed adattamento, periodo in cui dovrete insegnarli a comportarsi nel suo ambiente domestico, ma anche al di fuori di casa. La socializzazione è molto importante e formativa per un cucciolo e gli impedirà, un giorno, di diventare un cane pauroso o al contrario aggressivo.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.