Incubo capelli grassi? Alcuni consigli per liberartene in maniera naturale

1
Incubo capelli grassi? Alcuni consigli per liberartene in maniera naturale
Incubo capelli grassi? Alcuni consigli per liberartene in maniera naturale

Nonostante i frequenti lavaggi, non riesci a disfarti di quello strato di grasso alla radice dei capelli. Hai provato tutti i metodi possibili, ma la situazione non accenna a migliorare. Anzi, quella fastidiosa sensazione oleosa sembra aumentare shampoo dopo shampoo. Vorresti sognare ma invece ti trovi in un incubo?

La ragione dei capelli grassi è semplice: esistono diverse tipologie di capelli e non c’è una soluzione unica che funziona per tutti. Probabilmente, non hai ancora scoperto il miglior shampoo per i capelli grassi adatto alle tue esigenze o non hai preso le accortezze necessarie che possono aiutarti in maniera del tutto naturale attraverso l’uso di maschere, impacchi e decotti.

Capelli grassi: rimedi naturali

I capelli grassi sono problema legato spesso agli ormoni e all’età giovanile ma anche al tipo di alimentazione, alle attività svolte e ad errati comportamenti che riguardano proprio la beauty routine della chioma. I rimedi ci sono, oltre all’uso di uno shampoo adeguato si possono adottare prodotti e rimedi naturali.

Scopriamo insieme i migliori rimedi naturali che ti permetteranno di mantenere una chioma dall’aspetto fresco e lucente per giorni, senza doverti preoccupare di fare lo shampoo più spesso del dovuto. 

Risciacqui con limone o aceto di mele

Gli innumerevoli benefici del limone sono ben noti: grazie al suo elevato contenuto vitaminico (C-A-B12-P), questo magico agrume garantisce un’ottima difesa per le ossa e agevola la fissazione del calcio. 

Ma in pochi sanno che il limone è l’alleato numero uno per combattere gli inestetismi legati ai capelli grassi. Basta spremere il succo di due limoni ed utilizzarlo per massaggiare delicatamente il capo bagnato per 2-3 minuti. Il limone ha ottime proprietà detergenti e sgrassanti e limita l’eccesso di sebo nella zona del cuoio capelluto, già dopo il primo utilizzo. il procedimento va svolto come ultimo passaggio dopo lo shampoo, in modo da rinforzare l’azione detergente già svolta precedentemente dal sapone.

Ma attenzione all’eccesso! Il limone ha un alto livello di acidità ed è quindi sconsigliato seguire questo procedimento per più di una volta a settimana. Potresti altrimenti causare l’effetto di stressare eccessivamente il cuoio capelluto ed incappare nella problematica opposta di un’eccessiva secchezza dei capelli.  Questa tipologia di lavaggio naturale post-shampoo può anche essere svolto con l’aceto di mele invece del limone (ne basteranno 5-6 cucchiai). In entrambi i casi, ricorda di risciacquare abbondantemente dopo l’utilizzo.

Decotto di foglie di menta

La menta contiene molti di flavonoidi, polifenoli, vitamina C, enzimi come ossidasi e perossidasi, vitamina C ed oli essenziali ricchi di mentolo e mentone, che regalano alla pianta una grande capacità antisettica ed antibatterica. Una manciata di foglie di menta ed un pentolino sono gli unici due strumenti di cui avrai bisogno per combattere l’eccesso di sebo del cuoio capelluto, grazie ad un profumato decotto dalle proprietà purificanti. 

Metti circa 10 foglie di menta in un litro d’acqua e porta a bollore, dopodiché lascia che la pianta rilasci i suoi principi attivi. Trascorsi all’incirca 3-4 minuti, inizierai a sentire un piacevole odore di menta e potrai spegnere il fuoco. Schiaccia le foglie nell’acqua con un qualsiasi utensile da cucina e lascia che si raffreddi. Utilizza il decotto sui capelli puliti dopo lo shampoo, massaggia le radici per 2-3 minuti e risciacqua abbondantemente. Oltre a sgrassare i capelli il decotto è rinforzante ed utile anche per chi soffre di caduta dei capelli da stress.

Capelli grassi
Capelli grassi

Oltre ai lavaggi, anche le maschere

L’aceto di mele ha diversi utilizzi legati alla cura dei capelli, che lo rendono uno strumento efficace non solo per i risciacqui, ma anche per la realizzazione di maschere purificanti, in combinazione con l’argilla verde. Per creare un’efficace maschera fai-da-te, che combatterà l’effetto grasso e donerà più lucentezza ai tuoi capelli, occorreranno solo 50 grammi di argilla verde (facilmente acquistabile in qualsiasi erboristeria), un cucchiaio di aceto di mele ed acqua nel quantitativo necessario. 

Presta particolare attenzione al passaggio dell’aggiunta dell’acqua: la consistenza del composto non dovrà essere né troppo dura, né troppo liquida, per permetterti di spalmarla facilmente su tutta la cute e sulle lunghezze, senza che scivoli via. Tieni la maschera in posa per circa 10 minuti e risciacqua abbondantemente. 

A differenza dei rimedi naturali visti in precedenza, questa maschera andrà applicata prima dello shampoo, dato che l’argilla ha una tenuta molto ferma e si seccherà sulla cute, indurendosi. Di conseguenza, necessita dell’azione del sapone per essere propriamente rimossa. Scegli poi una acconciatura alla moda, quella che preferisci, per terminare il tuo look.

Considerazioni

Ultimo ma non per importanza, il rimedio naturale per eccellenza e quello che richiede il minor sforzo: i nostri capelli si comportano in maniera quasi paradossale e più vengono lavati, più tendono a sporcarsi. Cerca di limitare la frequenza dello shampoo per qualche settimana e noterai che, col tempo, si manterranno puliti e lucenti più a lungo. Provare per credere!

Ti potrebbe interessare

Capelli come dare luminosità alle chiome: stile face framing nuova tendenza moda

Previous articleStress e perdita di peso: perché si dimagrisce quando si è stressati?
Next articleFriggitrice dietetica Turbo Cecofry 4D Cecotec 8 funzioni per cucinare
Ciao sono Mara Mencarelli, founder di questo ed altri siti. Blogger, webeditor, freelance. La scrittura e lo sport sono tra i miei interessi principali. Per informazioni e collaborazioni scrivi a maraoya21@gmail.com

1 COMMENT

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.