Manipolazione dell’opinione pubblica: Fake News un libro rivelatore

16
49

 

Manipolazione dell’opinione pubblica: Fake News un libro rivelatore

 

Dopo aver letto questo libro è facile comprendere come la manipolazione dell’opinione pubblica avvenga da decenni in maniera efficace e diretta.

Manipolazione dell’opinione pubblica: Fake News un libro rivelatore edito dalla casa Arianna Editrice e scritto da Enrica Perucchietti con prefazione di Marcello Foa. In vendita su Gruppo Macro prezzo 12,90 (224 pagine). Un prezzo contenuto per un libro che si afferma come una rivelazione annunciata. La bocca della verità che si snoda tra citazioni ed eventi interessantissimi, pezzi di storia, il tutto per raccontare, con semplicità, come i media abbiano influenza nel settore politico, sociale, amministrativo, e del consumo.

Le Fake News altro non sono che le informazioni false, le bugie create a DOC dai giornali e dai media e strategicamente usate dai governi in modo tale, da poter arrivare all’opinione pubblica condizionando le masse con strategie ipnotiche. Spesso si parla di Fake news  come false notizie che nascono su siti e blog poco autorevoli ma, in realtà, le vere Fake News, quelle che fanno realmente la differenza, sono strutturate ed architettate dai governi stessi.

 

Manipolazione dell’opinione pubblica: Fake News un libro rivelatore

 

Le tecniche di manipolazione e controllo sociale si sono evolute negli anni ed influenzando il mondo. In Fake News l’autrice ne illustra lo scenario semplice e disarmante nel suo complesso. Il POTERE controlla i media e crea l’informazione specifica e mirata che ha come scopo ultimo quella di accaparrarsi ampio consenso a livello sociale. L’informazione viene costruita ed abilmente manipolata in modo tale che i media possano fornire allo “spettatore passivo” nozioni, elementi, sensazioni e convinzioni che vengono assorbite senza analisi alcuna. talvolta si applicano strumenti di di stress naturale o non per poter rendere le masse più recettive a nuove realtà politico economiche e maggiormente accondiscendenti. Lo stress e lo shock vero e proprio, diminuiscono la capacità di giudizio e rendono le persone malleabili.

La distrazione come strategia

 

Interessante il paragrafo che parla della distrazione come strategia di controllo sociale. Un modo semplice di deviare l’attenzione del pubblico dai problema importanti o da cambiamenti politici di rilievo  verso distrazioni di alto genere, dandogli una rilevanza eccessiva.

 

 

Fake news e la persuasione occulta

 

Si tratta di una forma di persuasione occulta, spesso di natura ipnotica, nella quale trovano spazio informazioni, notizie e ovviamente bufale. Una forma di “dittatura dolce” come la definisce Huxley, che viene usata dai governi e relativi governati, per piegare le menti ed il volere delle masse. Sistemi che sono in grado di creare bisogni, opinioni, preferenze, convinzioni. Secondo E. Zolla, il potere dell’ipnosi applicato su ampia scala costituisce una vera e propria guerra occulta contro la libertà umana, un modo subdolo ed efficace per rendere dipendente il genere umano.

Tutti i media sono, nessuno escluso, costituiscono uno strumento di manipolazione. Non a caso il primo giornale italiano fu immediatamente fagocitato dal regime  del tempo. Nel libro si trovano tanti esempi di condizionamento politico, sociale ed economico che investono i vari paesi.

Si parla di Obama e della creazione di un personaggio che ha una storia di vita che è “la storia delle masse”. Si fa riferimento a programmi alienanti e poco reali e veritieri come il Grande Fratello. Il Gossip viene visto come un’arma potentissima ed efficace per screditare l’avversario.

Ecco dunque che l’informazione diviene uno strumento di potere ineguagliabile,  da vita ad una sorta di prostituzione intellettuale nella quale convivono realtà e fantasia, notizie e menzogne, ossia le fake news.

 

Fake News libro

La seconda parte del libro Fake news

 

Nella seconda parte del libro troviamo una citazione esplicativa che mi ha colpito: ” Se si stampa una notizia a grandi lettere la gente pensa che sia vera“. Ebbene si! La gente ha fiducia nei media e la gente crede a quel che sente  e legge. specie se si tratta di media autorevoli.

Rimarrete sconcertati nel leggere alcune informazioni che il libro fornisce senza “peli sulla lingua”. Magari alcuni di voi ne sono al corrente, ma altri sicuramente no.

Sapevate che L’OSI “Office of Strategic Influence”  era l’ufficio bugie,  il  fake news degli USA? Ossia si trattava di un ufficio di influenza strategica creato per l’appunto dal Pentagono nel 2001 ed autorizzato a diffondere FALSE INFORMAZIONI.   Lo scopo di ciò era quello di influenzare l’opinione pubblica. False informazioni create appositamente per condizionare e “ipnotizzare” le masse.

Ma attenzione il libro non prende come bersaglio un paese piuttosto che un’altro,  gli esempi citati riguardano moltissime nazioni, Italia, Russia, Corea, il Califfato, la Libia , paesi dell’ Oriente, etc. Lo scopo ultimo è quello di dimostrare di come il mondo intero sia nelle mani dei Governi e delle loro manipolazioni che si avvalgono dei media e delle bufale.

Il piano strategico illustrato e articolato su 3 punti

Secondo autorevoli fonti il piano strategico di condizionamento è articolato su 3 punti fondamentali: desensibilizzazione, bloccaggio ossia censura, ed infine conversione.

Per desensibilizzare ci si avvale principalmente di modelli e messaggi mirati, poi si bloccano e censurano notizie e manifestazioni di dissenso, ed infine si attua la conversione di cui, la maggior parte degli individui entra inconsapevolmente a far parte.

In questo modo agisce il marketing, la politica, il POTERE. Si creano bisogni, opinioni, sensazioni, discriminazioni e quant’altro. Questo è lo strumento che i Governi utilizzano per manipolare le masse talmente efficace che, talvolta, anche le guerre ci vengono propinate come utili, necessari.

Ma in tutto questo mare si agita tempesta?

No!

Secondo l’autrice, in questo mare si agitano solo critiche e accettazioni passive, nessuno prende iniziativa ma si lascia guidare, cullare da giornalisti coraggiosi, attivisti, e ricercatori audaci, che lanciano segnali potenti ma ridotti all’ennesima potenza in quanto contrastati.

Un libro Fake News, dunque, che può portare alla luce segreti nascosti, sospetti ipotizzati, verità e soprattutto che arrivando al cuore ma soprattutto alla mente di molti può costituire uno strumento di difesa.

 

16 COMMENTS

  1. deve essere davvero interessante questo libro perché il mondo grazie al web è ricco di fake news ed è davvero difficile capire dove finisce la realtà e dove comincia la finzione

    • Sai in questo libro spiega tutto talmente bene e cita esempi storici passati e presenti di grande entità che si rimane allibiti…ma ci si chiariscono enormemente le idee… telo consiglio vivamente

  2. Libro interessante, soprattutto per il tempo in cui viviamo, dove tutti si sento giornalisti e in grado di poter dire la loro.

    • In realtà il discorso è molto più complesso…dovresti leggere il libro e allora capiresti che si parla di menzogne politico sociali, eventi di grande entità complotti internazionali e non semplici notizie del giornalista o non giornalista di turno…

  3. Non sapevo di questo libro ma dev’essere molto interessante visto che è un argomento molto attuale ed il filo che divide la verità dalla notizia false è davvero sottilissimo.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!

* Raccogliamo il tuo nome, la tua email e il contenuto del messaggio per tracciare i commenti postati sul nostro sito. Per informazioni controlla la nostra privacy policy. Per commentare ci dai il tuo consenso ad acquisire la tua mail. Per rimuoverla, fai richiesta.

*

Ho letto e acconsento alla privacy policy: Accetto

Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.