Ferrara, autentica perla emiliana, è una città spesso sottovalutata a livello turistico, ma che saprà invece sorprendere sicuramente per molti e differenti motivi. La cosiddetta “prima città modern d’Europa”, infatti, fu la casa della famiglia d’Este, una delle più longeve e importanti del continente, tra l’XI e il XIX secolo. Il lascito di questa casata è di fondamentale importanza a livello storico, architettonico, urbanistico e artistico: gli Este, infatti, sono noti anche e soprattutto per la loro propensione all’arte e per il gusto estetico sofisticato.

Una delle caratteristiche che rende Ferrara unica nel suo genere, inoltre, è la facilità con cui è possibile visitarla in sella ad una bicicletta – non a caso uno dei suoi soprannomi è proprio “città delle biciclette” – mezzo con il quale è possibile scoprire tutte le sue bellezze, in particolare, lungo le vie del centro storico.

Non solo monumenti e luoghi d’interesse artistico, Ferrara è infatti famosa, come tutta l’Emilia Romagna, per le sue prelibatezze gastronomiche: d’altronde, cosa c’è di meglio che soddisfare il proprio palato dopo una giornata passata a visitare la città? Rispondiamo noi: nulla.
Se avete deciso di visitare la “città estense”, ecco un possibile tour del centro storico, che vi porterà di fronte alle principali attrazioni assolutamente da non perdere per vivere appieno il fascino di Ferrara.

Dove soggiornare a Ferrara

Ferrara, così come la regione in cui dimora, è una terra aperta al turismo e ai turisti. Sia in centro storico, che nell’area urbana, ma anche in periferia è, infatti, possibile scegliere tra una vasta offerta di strutture ricettive per ogni gusto, necessità e portafogli. Sicuramente il consiglio è quello di optare per le zone più centrali della città – principalmente in hotel e B&B –, anche e soprattutto per poter sfruttare la bicicletta, che molte strutture affittano, e abbandonare ogni altro mezzo a motore.

Chi preferisce, invece, la tranquillità della campagna ferrarese, potrà scegliere tra i molti agriturismi, poderi e abitazioni disponibili in affitto a Ferrara. Quest’ultima soluzione è la migliore nel caso si voglia risparmiare qualcosa, in particolare se il soggiorno sarà di diversi giorni.

Visitare Ferrara: cosa vedere, tour tra le bellezze cittadine

Quello che vi proponiamo di seguito è solo uno dei percorsi da intraprendere per scoprire tutte le bellezze di Ferrara, città in cui, comunque, è meraviglioso perdersi girando senza meta le vie del centro storico.

Castello Estense

Autentica immagine da cartolina e simbolo indiscusso di Ferrara, è il Castello Estense: un’imponente costruzione che si erge proprio al centro del centro storico, e non può che essere il punto di partenza del nostro tour. Questa struttura ha ospitato la famiglia Este dal 1385 e, nonostante diverse ristrutturazioni, mantiene intatto l’assetto originale e l’aspetto tipicamente medievale.

Ma ancora oggi, soprattutto, è possibile respirare l’atmosfera e il fascino del periodo: in particolare i più piccoli sapranno, con la loro immaginazione, immergersi nei fasti del Medioevo. All’interno, infatti, è possibile visitare e scoprire diversi ambienti, in cui si svolgeva la vita di corte dalle cucine alle prigioni, dai giardini alle sale comuni, fino alle camere private.

Palazzo Schifanoia

Procedendo in direzione sud-est, quasi a ridosso delle mura e costeggiando l’Università degli Studi di Ferrara, si giunge al famoso Palazzo Schifanoia. Già dal nome si intuisce come gli Este lo fecero edificare con un intento ben preciso: scacciare la noia in attività di svago, divertimento e riposo. Oggi il palazzo ospita un museo, le cui sale, dedicate al quattordicesimo e quindicesimo secolo ospitano opere d’arte e pezzi, anche unici, di quegli anni, molti dei quali a commemorazione dei componenti degli Este.

Museo Archeologico Nazionale di Ferrara

Camminando verso il canale di Burana, in pochi passi si giunge ad un altro importante museo ferrarese, ossia il Museo Archeologico nazionale di Ferrara, sito nello storico Palazzo Costabili. Un percorso espositivo di due piani in cui sono conservati prezzi pregiati dell’arte greca e risalenti al periodo etrusco, in particolare provenienti dalla città di Spina.

Monastero di Sant’Antonio in Polesine

A pochi metri dal museo si trova l’affascinante Monastero di Sant’Antonio in Polesine, che da fine tredicesimo secolo è retto dalle monache di beata Beatrice II d’Este, dell’Ordine di San Benedetto. L’edificio, in tipico stile barocco, presenta esternamente una facciata in cotto e un porticato; l’interno, invece, è suddiviso in due parti: la chiesa pubblica, in cui si possono ammirare magnifici affreschi, e una parte più interna, dedicata ai soli religiosi.

Via delle Volte

Percorrendo Via Carlo Mayr, in direzione del centro città, si giunge ad uno dei luoghi più magici di Ferrara, la famosa Via delle Volte. Questa silenziosa e romantica strada acciottolata è il luogo ideale per gli innamorati che vogliono concedersi una passeggiata immersi in una atmosfera misteriosa e onirica, ma anche per gli appassionati di fotografia: questa via, infatti, offre scorci dalla bellezza indiscussa.

Via delle Volte, un tempo ritrovo di uomini e donne di malaffare, oggi è scenografia pittoresca e affascinante, priva di esercizi commerciali: noi l’abbiamo inserita come quinta tappa del nostro percorso, ma il consiglio è quello di attraversarla al tramonto, momento in cui si colora di toni decisamente suggestivi.

Ferrara: Via Delle Volte, uno dei luoghi più magici della città

Cattedrale di Ferrara e Palazzo Municipale

Tornando verso il Castello Estense, ecco aprirsi davanti ai nostri occhi Piazza Trento e Triste, adiacente alla quale troviamo Piazza della Cattedrale, dove sorgono, una di fronte all’altro, la Cattedrale di Ferrara, intitolata a San Giorgio Martire, e il Palazzo Municipale.


La Cattedrale è il principale luogo di culto della città: all’interno di questo imponente e bellissimo edificio, decorato con opere di altissimo valore storico e religioso (comprese le spoglie di Papa Urbano III), si svolgono le celebrazioni più importanti di Ferrara e, durante la primavera, la benedizione per il Palio cittadino.

Il Palazzo del Municipio, ex residenza ducale degli Este, oggi è sede del comune di Ferrara, ma sia all’esterno, che all’interno, sono chiari l’impronta, il ricordo e la celebrazione dei principali signori della città. In particolare, molto interessante il Cortile Ducale, oggi Piazza del Municipale, sul quale si affacciano le meravigliose finestre in marmo degli appartamenti estensi.

Visitare Ferrara: tour tra le bellezze del centro storico – La Cattedrale di Ferrara

Corso Ercole I d’Este

Costeggiando il Castello Estense arriviamo ad imboccare il lungo corso pedonale intitolato a Ercole I d’Este, secondo l’UNESCO una delle vie più belle al mondo. Il corso mantiene intatta la sua struttura rinascimentale e il percorso che collega il Castello alle mura di Ferrara, chiudendosi nei rampari di Belvedere e alla Porta degli Angeli. Particolarità della via è che è praticamente priva di esercizi commerciali, anche in virtù della scelta di conservare intatti gli antichi palazzi residenziali della città, tra questi spicca sugli altri il Palazzo dei Diamanti.

Palazzo dei Diamanti

Sicuramente un unicum nel suo genere è il Palazzo dei Diamanti, tappa obbligatoria di ogni tour di Ferrara. La particolarità di questo edifico si evince fin dal primo sguardo, le pareti esterne, infatti, sono totalmente ricoperte da oltre 8.500 blocchi di marmo bianco con venature rosa, scolpiti a forma piramidale, in modo che riflettendo la luce creino incredibili e inaspettati effetti luminosi e prospettici. Il Palazzo, sia per la sua struttura esterna, che per la bellezza degli ambienti interni, è uno dei simboli più importanti e delle opere architettoniche più celebri della città.

Ferrara Palazzo dei Diamanti

Ferrara i parchi: Parco Massari e Parco Bassani

Se il lungo camminare vi ha stancato, a circa metà di Corso Ercole I d’Este troverete Parco Massari, il più grande parco ferrarese interno alle mura antiche. Il parco, famoso per ospitare una grande varietà di arbusti e alberi maestosi e importanti come ginkgo biloba e cedri del Libano, è il luogo perfetto dove sostare e riposare.

Se, invece, le energie non vi mancano, potete giungere alla fine di Corso Ercole I d’Este, dove troverete l’accesso al Parco Urbano Giorgio Bassani. Circa 1.200 ettari di area verde, che si estende tra le mura di Ferrara e il fiume Po, in cui potrete trovare diverse zone in cui sostare e lunghe camminate da percorrere immersi nella natura.

19 COMMENTS

  1. Sai che non ho mai visitato Ferrara? Però l’ho sempre trovata una città davvero affascinante e dopo aver letto il tuo articolo penso che sarà uno dei luoghi che visiterò quando finalmente potremo tornare a muoverci.

  2. Non l ho mai visitata e mi mangio le mani di non averlo ancora fatto… Adoro cammi are tra castelli, borghi, assaporare piatti tipici e immergermi in ambienti storici come quelli che offre Ferrara..
    Devo assolutamente, appena sarà possibile

  3. Essendo originaria di Bologna, sono andata tante volte a Ferrara e la conosco abbastanza bene. Complimenti per aver raccontato così bene questa incantevole città!

  4. Bellissima Ferrara! Ci siamo stati ormai più di 10 anni fa, da fidanzati, e mi piacerebbe tornarci con i bambini, magari per un tour in bicicletta!

  5. Ho visto Ferrara parecchi anni fa e mi era già piaciuta tantissimo; l’idea è quella di tornarci quanto prima. Speriamo di riprendere presto a viaggiare.

  6. Bella Ferrara, l’ultima volta che ci sono stata ho visitato il castello e fatto il giro del fossato con .la barchetta, merita!

  7. Una volta finita questa quarantena ricominceremo proprio dall’Italia e dalle sue innumerevoli bellezze. Sono stata a Ferrara da ragazzina, e non ricordo granché. È arrivato il momento di tornare.

  8. Mi piacerebbe visitare Ferrara, ci sono stata per un colloquio diversi anni fa. Alla prima occasione vorrei tornare, mi sono segnata i tuoi consigli.

  9. Se non sbaglio Ferrara ospita anche un Buskers Festival molto popolare. Non vedo l’ora di tornare a visitare la nostra Bella Italia.

  10. Ferrara è una città che porto nel cuore. Non potrò mai dimenticare un concerto di Francesco De Gregori proprio nella piazza del Castello!

  11. Avevamo programmato Ferrara per i prossimi ponti di primavera, ma finchè non finisce questa terribile situazione, mi godrò intanto la città con il tuo interessante articolo.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.