Come coltivare le bulbose in terra e in acqua “idrocoltura”

bulbi in vaso shabby
bulbi in vaso shabby

Coltivare le bulbose in acqua, Giacinti, Tulipani. Le bulbose ci regalano splendide fioriture primaverili, estive, ma anche in tardo inverno, quando tutte le altre piante sono dormienti alcune bulbose quali crochi, narcisi, ciclamini e tulipani si preparano a sbocciare regalandoci delle splendide fioriture.

Si possono coltivare i bulbi in acqua? Certo che si può, ed anche semplice. Chi possiede un giardino o un terrazzo abbastanza capiente, può piantare i bulbi di queste piante in vaso, in acqua o in terra e gioire delle loro splendide fioriture precoci da ottenere in casa.

Come coltivare le bulbose in terra e in acqua “idrocoltura”

E’ possibile ottenere delle fioriture precoci allevando i bulbi in acqua e direttamente in casa. In questo modo si possono forzare le fioriture di tulipani o splendidi fiori giganteschi come gli Amaryllis, si possono coltivare in acqua i bulbi dei giacinti e tante altre piante da bulbo. 

Se si opta per la coltivazione in terra si dovranno scegliere terreni ben drenati, per evitare che il bulbo marcisca, mentre per le coltivazioni in acqua e quindi in idrocoltura necessiteranno degli appositi contenitori e dei coni da posizionarvi sopra per favorirne la germinazione, ricordandovi che l’acqua va cambiata. Vediamo insieme, come coltivare delle bulbose in terra o in acqua.

Come coltivare le bulbose in terra e in acqua "idrocoltura"
Come coltivare le bulbose in terra e in acqua “idrocoltura”

Come coltivare i bulbi in idrocoltura o acqua

I vasi adattai alla coltivazione dei bulbi in acqua, dovranno essere in vetro trasparente, mentre i coni da porre al di sopra del bulbo saranno in allumino, plastica o carta opaca e servono sostanzialmente a favorire la germinazione. I bulbi scelti ovviamente di ottima qualità, andranno posizionati con la parte inferiore verso il basso, dotati di cono e riposti al buio per circa de settimane.

Una volta che sarà nata la nuova piantina, andrà asportato il cono e posizionata la pianta alla luce diffusa ma non sole diretto. Le radici del bulbo dovranno crescere orientandosi verso il basso, ossia verso l’acqua, una volta germinata la pianta si potrà procedere alla somministrazione di concime per piante in idrocoltura. Le bulbose forzate in acqua, produrranno fiori per circa 2 o 3 anni, mentre quelle coltivate in terra ci regaleranno splendide fioriture per lungo tempo e più anni.

Quali sono le Bulbose adatte alla coltivazione in idrocoltura?

Ci sono diverse bulbose che si possono coltivare in acqua attraverso la tecnica di idrocoltura ma noi ve ne consigliamo 4 in particolare:

  • Giacinti
  • Tulipani
  • Amaryllis
  • Narcisi
Bulbose per idrocultura

Coltivazione delle bulbose in terra

La coltivazione delle bulbose in terra, richiede un buon drenaggio del terreno. Le bulbose potranno essere piantate per creare aiuole a fioritura precoce (narcisi), o per creare belle bordure primaverili ed estive (gigli Amarillys etc). Se allevate in casa si potranno forzare e vederli fiorire già da gennaio in poi. Se coltivate all’esterno, alcune di queste bulboso fioriranno molto presto comunque: narcisi e crochi già da gennaio febbraio. Splendidi i Giacinti coltivati in terra e posti in vasi di vetro (come in foto).

bulbi fioriti in vaso vetro
Come coltivare le bulbose in terre o acqua

Tra le bulbose molto belle per fioritura ricordiamo anche le Dalie, le Calle (tuberose), l’Iris, ed i Ciclamini. Tutte richiedono posizioni non troppo soleggiate ma luce diffusa, terreno soffice e ben drenato, annaffiature regolari senza ristagni di acqua. La concimazione andrà effettuata durante tutti il periodo di fioritura. Si potrà ottenere un buon terriccio concimato e soffice organizzando un contenitore per la produzione del compost garantendo alle bulbose un buon terriccio nutriente. Le bulbose ci ripagheranno con delle belle fioriture per più anni a seguire.

Previous articleGuida alla scelta del materasso nuovo
Next articleProblemi d’amore? La lettura dei tarocchi