Come scegliere le piante per soggiorni poco luminosi: 5 varietà comuni

piante al buio
Come scegliere le piante per soggiorni poco luminosi: 5 varietà comuni

La scelta delle piante per ambienti poco luminosi va fatta con estrema attenzione in quanto si rischia di scegliere piante non idonee a condizioni di scarsa illuminazione e penalizzare la loro bellezza e salute. Alcune piante necessitano di molta luce e sole diretto, altre di mezz’ombra, altre ancora si adattano bene ad ambienti con poca illuminazione pur vegetando e crescendo rigogliose. Molto dipende infatti dal tipo e dal contesto in cui queste piante crescono in natura. Le felci, ad esempio, che sono originarie dei sottoboschi e delle foreste vivono anche in condizioni di scarsa luminosità, ma non sono le sole. Vediamo come scegliere le piante per soggiorni poco luminosi.

Piante per soggiorni poco luminosi: 5 tipi di piante che vivono bene al buio

Alcune di queste piante come la Sansevieria, l’Aspidistra e la Dracena le abbiamo già nominate in altri articoli in quanto sono piante con scarse esigenze di coltivazione, necessitano di poca acqua e purificano gli ambienti assorbendo e filtrando le sostanze tossiche disperse nell’aria. Ne parliamo qui di queste specie botaniche da considerare: 10 Piante antinquinamento per uso domestico in grado di depurare l’ aria.

  • Sansevieria (Sansevieria trifasciata)
  • Zamioculcas (Zamioculcas zamiifolia)
  • Pothos (Epipremnum aureum)
  • Dracaena (Dracaena spp.
  • Aglonema (Aglaonema spp.)

Le 5 piante per soggiorni poco luminosi o bui

Ovviamente, le piante che si adattano a condizioni di scarsa illuminazione sono più di 5 e dunque se avete difficoltà a scegliere tenete anche conto del vostro pollice verde “o nero”. Alcune piante infatti, come accennato sono più semplici da coltivare: le trovate in questo articolo: Piante e fiori per chi non ha il pollice verde: 7 specie consigliate.

Al di la di questa attitudine soggettiva, e del tempo che si ha a disposizione per la cura delle piante, va detto che talvolta l’illuminazione scarsa può essere incrementata con apposite lampade. Detto questo vediamo nel dettaglio le 5 piante per ambienti poco luminosi o scarsamente illuminati da inserire nel soggiorno di casa.

  1. Sansevieria (Sansevieria trifasciata): Questa pianta resistente è una delle migliori scelte per ambienti con poca luce. Ha foglie verticali e rigide che possono sopravvivere anche con poca luce naturale. Appartengono a questa famiglia diverse specie alcune semi-grasse. Sono tutte piante di facile coltivazione, che depurano l’ambiente necessitano di poca acqua e vivono bene anche con scarsa illuminazione.
  2. Zamioculcas (Zamioculcas zamiifolia): Comunemente chiamata “ZZ plant”, questa pianta ha foglie lucide e carnose ed è molto tollerante alla scarsa illuminazione. È anche facile da curare. Il suo aspetto è molto gradevole e si adatta bene nell’arredamento dei soggiorni.
  3. Pothos (Epipremnum aureum): Il Pothos è noto per la sua capacità di crescere in condizioni di scarsa illuminazione. Ha foglie a forma di cuore e può essere appeso o coltivato come pianta rampicante. Perfetto in ogni ambiente domestico dalla cucina ai bagni il pothos appeso in panieri o fatto arrampicare su tutori è sempre molto decorativo.
  4. Dracaena (Dracaena spp.): Le varietà di Dracaena come la Dracaena marginata o la Dracaena fragrans possono adattarsi bene agli ambienti con poca luce. Queste piante hanno foglie lunghe e sottili. Attenzione alle correnti d’aria. Meno delicate le specie a foglia larga.
  5. Aglonema (Aglaonema spp.): Le Agloneme sono piante da interno molto apprezzate per la loro tolleranza alla scarsa illuminazione. Presentano foglie variopinte, vi sono di vari colori, e possono aggiungere un tocco decorativo ad ogni soggiorno.
Aglonema (Aglaonema spp.)
Aglonema (Aglaonema spp.)

Alcune piante grasse decorative vivono bene in casa senza avere particolari esigenze di coltivazione (ve ne abbiamo parlato qui: 15 piante grasse che vivono bene in casa). Infine se cercate anche delle piante in grado di togliere i cattivi odori che si formano negli ambinti domestici vi consigliamo di leggere questa guida: Piante assorbi-odori da tenere in casa.

Considerazioni

Queste 5 piante di cui abbiamo parlato, sono adatte per le zone con poca luce, ma ricordate che anche le piante che tollerano queste condizioni beneficeranno di almeno alcune ore di luce indiretta o artificiale. Assicurati di adattare le pratiche di cura, come l’irrigazione, alle specifiche esigenze di ogni esemplare e il tuo soggiorno sarà ancora più accogliente con un tocco di verde.

Leggi anche:

Piante per seminterrati sottoscala e stanze ceche ecco quali sono

Previous articleMalattie degli anziani: quali sono le più diffuse dopo il compimento dei 60 anni di età
Next articleSognare di essere in pericolo significato simboli, e numeri da giocare