15 piante grasse decorative che vivono bene in casa

11
15 piante grasse decorative che vivono bene in casa
15 piante grasse decorative che vivono bene in casa

Piante grasse d’appartamento quali sono?

Le piante d’arredamento si dividono fondamentalmente in piante grasse, piante verdi, e piante da fiore. Le piante grasse sono, senza dubbio, quelle che richiedono meno cure. Amano il sole, necessitano di scarse irrigazioni, vasi di dimensioni non molto grandi e spesso, crescono lentamente.

Non tutte le specie sono idonee ad essere tenute in casa, altre che vivono all’esterno non sopportano invece le basse temperature. Amate le piante grasse e vorreste tenerle in casa? Vediamo quali sono le 15 piante grasse d’appartamento che vivono bene in casa, anche se in realtà moltissime specie, oltre a queste che citeremo, sono idonee alla coltivazione outdoor.

15 piante grasse decorative che vivono bene in casa

In realtà, molte piante grasse vivono bene in casa, alcune, come la Schlumbergera, necessitano di umidità media nell’aria, poco innaffiature e buona esposizione luminosa. Quasi tutte amano la luce, alcune possono essere esposte anche al sole. Molte di esse si rivelano piante antinquinamento adatte a purificare l’aria di casa come la Sansevieria e la Beaucarnea e la Crassulacea ed anche il genere Aloe.

Beaucarnea

Mangia fumo
Beaucarnea

La Beaucarnea nota anche come mangiafumo, è insieme alla Sansevieria, una delle mie preferite come pianta grassa da appartamento. Entrambe non sembrerebbero, “ai meno esperti”, piante grasse, ma in realtà lo sono. Entrambe, hanno portamento eretto ed occupano poco spazio. Entrambe sono delle spazzine dell’aria, la depurano da sostanze inquinanti.

Beaucarnea è proveniente dalle zone calde dell’America centrale, ama posizioni luminose, anche a sole diretto e innaffiature scarse. La base del fusto va interrata quando si procede ai rinvasi in terriccio misto torba terra da giardino e sabbia. Può essere coltivata anche all’aperto in zone in cui il clima sia caldo e secco. La Beaucarnea è una pianta grassa caratterizzata da un fuso legnoso alla cui sommità svettano un ciuffo di foglie lunghe e sottili che possono raggiungere anche 2 metri. Si trovano piante femminili e piante maschili dunque è una specie dioica. Il genere Beaucarnea comprende diverse varietà più o meno alte.

Sansevieria

La Sansevieria è un genere di pianta della famiglia delle Agavacee originaria dell’Africa tropicale e delle Indie. Sotto questo nome si classificano circa 60 specie diverse di Sansevieria. Si tratta di una pinta adottata spesso in casa per la sua capacità di depurare l’aria pulendola da sostanze chimiche volatili e formaldeide. Le sue esigenze di coltivazione, facili da attuare, la rendono perfetta anche per coloro che non hanno il pollice verde.

Sansevieria trifasciata

Posizioni luminose, ma come altre piante, vive bene anche in ambienti poco luminosi, ama poca acqua, meglio se per immersione evitando di bagnare le foglie. Caratteristiche colturali semplici che consentono a questa pianta di crescere bene ovunque. Le varietà presenti sul mercato sono molteplici. Le foglie della Sansevieria trifasciata sono lunghe dai 40 ai 90 centimetri, e si presentano di colore verde intenso variegato con estremità crema. Perfetta per le case, ma anche per gli esercizi pubblici come ristoranti, centri estetici, studi ed uffici, sia per la facilità di coltivazione sia per le sue scarse esigenze di spazio in quanto si sviluppa in verticale. La moltiplicazione avviene solo per divisione dei cespi.

Aoe Vera

L’Aloe Vera è una pianta succulenta perenne a portamento arbustivo che può raggiungere anche un metro di altezza. Le foglie sono lunghe anche 40 – 60 centimetri e presentano delle spine sui lati. Il fiore, rosso arancio nasce al centro e si innalza a mo di spiga fiorendo verso febbraio marzo.

La moltiplicazione dell’aloe avviene per seme o per divisione dei polloni. Molto usata per la preparazione di creme, bevande, sostanza salutari e cibi a base di Aloe. Necessita di sole, terreno misto ben drenato e scarse annaffiature. Originaria dell’Africa del bacino Mediterraneo, dell’Australia, delle Indie, dell’America e del Venezuela. Predilige climi caldi in quanto sotto lo zero tende a morire.

Crassula Ovata

Crassula Ovata

Una bella pianta ornamentale da interni e da esterni, la Crassula Ovata è nota anche con il nome di albero di giada. E’ una Crassulaceae proveniente dall’Africa meridionale. Ama posizioni luminose e anche sole diretto, non vuole troppa acqua, evitare anche i ristagni che tendono a farla marcire. Necessita di rinvasi e terreno nuovo per crescere non si adatta allo stesso terreno e contenitore per molto tempo. Fertilizzare con concime azotato e potare raramente eliminando fogli e rami vecchi che si trovano alla base.

Euphorbia Milii

Originaria dell’Africa; nel paese originario diventa un albero. presenta fusti carnosi e foglie grandi e fiori grandi decorativi di colore giallo, rosso o rosa. Se la pianta è tenuta a 15 20 gradi ed innaffiata regolarmente protrae la sua fioritura per tutto l’anno. Sia le belle foglie che i fiori della l’ Euphorbia Milii la rendono idonea a decorare mensole ed angoli domestici. Per la lunga fioritura di vari colori, e le scarse esigenze, è molto adottata per adornare angoli di casa.

Schlumbergera

Una pianta grassa molto decorativa sia per il portamento che per la sua fioritura copiosa e multicolore che vai in base alla pianta scelta. La Schlumbergera non esiste in natura ma è stata ottenuta da due piante che crescono nella foresta tropicale. I fiori sono in genere rossi, rosa, bianchi, viola e gialli.

La caratteristica di base è che fioriscono generalmente in prossimità del Natale per questo vengono denominate anche Cactus di Natale. Richiede terriccio umido ma non eccessi d’acqua. Necessita di terreno ben drenato e concimazioni ogni 15 giorni da interrompere ad ottobre quando la pianta si prepara a fiorire. Luce indiretta ma intensa, temperature tra i 15 ai 20 gradi con elevata umidità dell’aria almeno 60%. Per favore la fioritura porla in una stanza buia per circa 12 14 ore al giorno a temperatura di circa 10 – 13 gradi

Sedum

Morganianum genere che comprende circa 60 specie, davvero molto facile da coltivare sia in casa che in giardino. Tra le numerose specie ne citiamo 3: il Sedum spectabile dai fiorellini riuniti in mazzetti e foglie grandi decorative, il Sedum acre ed il Sedum Morganianum molto caratteristico e decorativo, con portamento strisciante che lo rende adatto ad essere coltivato appeso in panieri.

Originaria del Messico è una pianta appartenente alla famiglia delle Crassulaceae. I fusti possono raggiungere i 50 centimetri di lunghezza, alcune varietà hanno portamento eretto. I fiori, di piccole dimensioni presentano forma stellata e colori variabili: rosa, rosso. Ama la mezz’ombra o sole pieno, terreno leggero; necessita di poche annaffiature.

Ceropegia Woodii

Sotto questo nome “Ceropegia” si racchiudono diverse varietà, circa 200, ma la più diffusa è sicuramente la Ceropegia Woodii del Sud Africa. Si tratta di piante succulente a radice tuberosa originarie di Africa, Australia Cina, Canarie ed Arabia. Presenta fusti lunghi circa 90 centimetri sui quali crescono foglie piccole di forma cuoriforme molto belle e fiori di circa 2,5 centimetri di colore marrone rosso e forma tubolare. Richiede annaffiature moderate dalla primavera all’estate, evitando che il terreno asciughi troppo. Rinvasa con terriccio per cactus e terreno misto terriccio fertile, torba, e sabbia.

Haworthia fasciata o Cactus Zebra

Dal colore e forma molto estetica, l’Haworthia fasciata o Cactus Zebra, appartiene alla famiglia delle Aloe. Presenta foglie carnose variegate che disposte a rosetta che terminano con l’estremità appuntita ma non pungente quindi adatta anche a case con bambini o animali. Originaria dell’Africa ama temperature domestiche di 15 20 gradi. Innaffiare spesso in estate evitando i ristagni d’acqua. In commercio se ne trovano esemplari di varie dimensioni, da molto piccoli a grandi.

Lithops

Conosciuti come sassi o pietre viventi hanno forma curiosa, appunto a forma di sasso. Comprende diverse varietà che differiscono tra loro per dimensione e forma. Fiorisce da agosto a settembre prima di andare in riposo invernale. presenta fioriture solitarie molto suggestive. Le piante grasse di Lithops necessitano di luce e ambiente molto caldo. Per le loro piccole dimensioni, e la loro forma insolita, si prestano perfettamente ad essere inserite in composizioni decorative con altre piante.

Echeveria

Sotto questo nome si annoverano moltissime specie di piante grasse anche molto diverse tra loro specie per colore, ma tutte molto belle, con caratteristica forma a rosetta. Tra le varietà che sono circa 150 di forma e colori diversi, ne prendiamo in esame alcune nello specifico:

  • Echeveria Elegant con foglie a rosetta c molto carnose;
  • Echeveria Setosa, ricoperta da una peluria abbondante;
  • Echeveria Agavoides con foglie meno carnose dell’elegant;
  • Echeveria Coccinea con foglie strette e vellutate;
  • Echeveria Pulvinata con foglie allungate molto spesse, opache e verdi scure;
  • Echeveria Derembergi cespitosa con foglie a rosetta meno carnose dell’elegant e più scolpite;
  • Echeveria Lilacina anch’essa a rosetta con foglie appiattite.
Echeveria elegant

Elegant; Setosa molto caratteristica in quanto ricoperta da peluria “setosa”; Agavoides; Pulvinata con foglie più piccole dal bordo rossastro e velate da peluria; coccinea dal portamento verticale e foglie molto più strette e meno succulente; derembergi; lilacina.

La Echeveria elegant è molto bella, e presenta rosette di foglie carnose che si riproducono con facilità dando vita a piante con tronco alla base e foglie apicali di color verde argenteo. Fiorisce in primavera estate con fiori di piccoli dimensioni a campanula di colore rosso, arancio, giallo,sorretti da un piccolo fusto. Originarie dell’America Centrale, sono “Crassulacee” piante grasse molto resistenti che si adattano bene alla coltivazione in casa come elementi singoli o in gruppi e composizioni decorative. Esposizioni soleggiate e luminose, terreno ben drenato. non ama temperature sotto i 7 / 5 gradi.

Previous articleCome rinnovare casa in modo facile spendendo poco
Next articleTorta con uova di cioccolato e panna
Ciao sono Mara Mencarelli, founder di questo ed altri siti. Blogger, webeditor, freelance. La scrittura e lo sport sono tra i miei interessi principali. Per informazioni e collaborazioni scrivi a maraoya21@gmail.com

11 COMMENTS

  1. In casa mia le piante sembrano suicidarsi, chissà perchè.
    Mi piacerebbe molto l’aloe, chissà magari prima o poi ci riesco anch’io…

  2. Mi piacciono molto le piante grasse ma riesco a far morire anche loro. Il mio pollice verde è davvero pessimo. Pero’ se mi consigli qualcuna che ha bisogno davvero di poche accortezze mi piacerebbe averla in casa.

  3. Cercavo proprio qualche consiglio sulle piante perchè non ho per niente il pollice verde, grazie mille ne farò tesoro^^

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.