L’Erba cedrina appartiene alla famiglia delle Verbenacee e ne eredita, appunto, alcune proprietà che vedremo più avanti. Si tratta di una pianta arbustiva di tipo perenne, con foglie decidue, che può raggiungere i due metri di altezza. Presenta foglie di color verde chiaro, raccolte in numero di tre o quattro per gruppo, con apice appuntito. Della pianta in fitoterapia si utilizzano i fiori. Si tratta di una pianta originaria del Cile importata in Europa nel 1784. Conosciuta anche come citronella, limoncina, erba limonaria, verbena odorosa. il suo profumo ricorda quello del limone.

Erba cedrina O Lippia citriodora: descrizione

Le foglie dell’erba cedrina se viste di profilo appaiono di forma ad uncino. Le venature presenti sulla foglia sono molto evidenti.

I fiori sono raccolti in pannocchie esili molto profumate. I fiori sono formati da un piccolo calice tubolare a quattro denti molto sottili ed allungati. La corolla è suddivisa in 4 lobi principali di colore verde chiaro.

Il frutto dell’ Erba cedrina consiste in due piccoli involucri contenenti ognuno un solo seme

Epoca di fioritura

Trattandosi di una pianta di importazione, risente del clima mediterraneo variabile da zona a zona della penisola italiana. Per questo motivo, il periodo vegetativo varia, ed è strettamente dipendente dal clima locale, che deve comunque essere di tipo caldo, e allo stesso tempo, umido. Nelle zone del settentrione la fioritura tende a tardare e, difficilmente, produce il seme.

Riporduzione

Nelle zone caldo umide la fioritura da vita ai semi e dunque la si può riprodurre per seme ma nelle zone in cui non si ha la produzione di semi si può riprodurre l’erba cedrina attraverso talea.

La raccolta, principi attivi, costituenti ed uso fitoterapico Erba cedrina

La raccolta può variare un poco a seconda del periodo della fioritura che, come abbiamo visto, può cambiare da nord e sud dell’Italia. In line a di massima, dato che si raccolgono e utilizzano i fiori, la raccolta avviene a fine estate. Si utilizzano sole le sommità fiorite. Ma con le foglie si può preparare un buon liquore. Le foglie andranno raccolte tra settembre ed ottobre.

  • Composti chimici: citrale, geraniolo, limone, verbenalina e verbenone.
  • Proprietà terapeutiche: si tratta di una pianta con proprietà sedative, antinevralgiche, stomachiche. Perfetta per preparare tisane ed infusi rilassanti in rado di conciliare il sonno.
  • Si utilizza sotto forma di: essenza, tintura, estratto fluido e Infuso.

Liquore di erba cedrina

  • Le foglie dell’erba cedrina possono essere utilizzate per preparare un buon liquore digestivo. La raccolta delle foglie deve avvenire a fine estate inizio autunno.
  • 500 gr alcool puro
  • 500 gr di zucchero
  • 500 ml di acqua + 500 gr
  • 70 foglie tenere di erba cedrina
  • 1 limone

Preparazione liquore all’erba cedrina

In un pentolino posto su fiamma bassa fate sciogliere lo zucchero nell’acqua. Lavate bene le foglie ed asciugatele. In un barattolo di vetro ponete lo sciroppo di zucchero ed acqua, aggiungete alcool e la buccia di un limone tagliata a strisce. Porre in un pensile ed agitare il tutto ogni giorno per una settimana. Filtrare il liquido, aggiungere dell’acqua a seconda del grado di alcolicità che si predilige (circa altri 500 gr di acqua). Lasciar riposare 60 giorni e poi servire il liquore come digestivo.

Ti potrebbe interessareù

7 COMMENTS

  1. Conosco bene l’erba cedrina , ho una piccola pianta in giardino, in Friuli è molto usata in cucina ed è uno degli ingredienti essenziali per realizzare i cjalsons , tipici gnocchi della Carnia . Un saluto, Daniela.

  2. Ciao interessante conoscere le proprietà di questa pianta, ho letto che concilia il sonno, preparerò il liquore, grazie

  3. Non sono molto esperta di fiori, piante ed erbe per cui non conoscevo questa Cedrina pero’ l’idea di provare il liquore mi incuriosisce molto.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.