Proprietà e benefici del miele

Il miele è forse uno degli alimenti più diffusi e apprezzati nella cucina a livello mondiale, chi non lo ha mai provato al posto dello zucchero per dolcificare bevande o ricette dolci? A chi non è capitato almeno una volta di utilizzarlo come infallibile rimedio della nonna per alleviare il dolore o l’infiammazione alla gola in caso di tonsillite, faringite o di fastidiosa tracheite?

Il miele infatti è considerato sin dall’antichità un alimento dalle molteplici proprietà eccezionali, non è infatti soltanto un alimento completamente naturale e nutriente ma un vero e proprio “antidoto” dalle comprovate proprietà medicinali in grado di apportare benefici all’organismo e curare come un farmaco una grande varietà di disturbi. Senza dimenticare, infine, che è molto usato anche come componente fondamentale di molti prodotti di cosmetica.

video

Cos’è il miele

Il miele è un prodotto al 100% naturale, creato dalle api che prelevano il nettare dei fiori per poi raccoglierlo ed elaborarlo. Oggi nel mondo esistono all’incirca 300 varietà diverse di miele, in base alle zone di produzione e alla varietà di fiori e piante da cui si “riforniscono” le api. Il miele è per la maggior parte costituito da carboidrati ma è molto ricco anche di vitamine, proteine e aminoacidi, nella sua forma più grezza e pura è anche molti ricca di polifenoli.

miele
Proprietà e benefici del miele

Quali sono le proprietà del miele

Grazie a ciò di cui è composto, il miele può essere definito come uno dei super alimenti più preziosi per il benessere dell’uomo in quanto ha poteri antiossidanti, antinfiammatori, antitumorali e antibatterici. Ma vediamo più nel dettaglio le proprietà e i benefici del miele. Una delle funzioni più “utili” e sicuramente più largamente conosciuta del miele è quella antinfiammatoria.

Quale miele scegliere?

Grazie alla sua consistenza vischiosa e alla presenza di flavonoidi, è in grado di agire sull’infiammazione che colpisce durante la stagione fredda, è in grado quindi di calmare la tosse e alleviare i sintomi del raffreddore. Per combattere questi malanni di stagione, il miele più adatto è quello di eucalipto poiché ha una consistenza più densa ed è più aromatico.

Un cucchiaio di miele sciolto nel latte tiepido, o preso al naturale, grazie alla sua densità scende lentamente in gola e funge da balsamo per lenire l’infiammazione localizzata nella trachea.

Rinforzare le difese immunitarie

Alcuni zuccheri contenuti nel miele, come l’ oligosaccaride, hanno un ruolo importante per la salute dell’organismo in quanto rafforzano le difese immunitarie. Ecco perché si consiglia il consumo di miele, specie quando le temperature iniziano ad abbassarsi, poiché con l’arrivo dei primi freddi arrivano anche i primi malanni di stagione.

Usi del miele nell’antichità

Come anticipato, il miele ha anche proprietà antibatteriche, può sembrare strano ma soprattutto in passato veniva utilizzato anche per disinfettare le ferite, in particolare abrasioni o leggere ustioni, una sorta di acqua ossigenata tutta naturale. Lo stesso vale anche per le punture di insetti, infatti, nell’antichità nei popoli del medioevo e rinascimento il miele veniva utilizzato anche in quel caso in quanto riesce a far “sfiammare” il rossore e a diminuire il senso di prurito.

Il miele è usato per la cattiva digestione, per le proprietà antiossidanti emollienti e nutritive

Il consumo di miele può giovare anche alla salute dell’apparato gastrointestinale, può essere infatti utilizzato per alleviare i sintomi della cattiva digestione e delle ulcere gastriche. Può essere usato anche come rimedio per la diarrea, anche nei bambini non troppo piccoli. Aiuta infatti a contrastare la disidratazione, che è una conseguenza naturale della diarrea, proprio per il fatto di essere un alimento molto nutriente.

Il miele svolge anche un’ottima azione antiossidante in quanto è ricco di polifenoli in grado di contrastare i radicali liberi, di conseguenza è un valido aiuto per la prevenzione delle malattie e per rallentare il più possibile il processo di invecchiamento. Essendo un alimento dalle potenti azioni antiossidanti è molto utilizzato non soltanto in cucina per tisane e dolci, ma anche come cosmetico e per diversi trattamenti estetici.

È un prodotto dalle evidenti proprietà nutritive ed emollienti che quindi può essere usato nelle creme per il corpo, per rendere la pelle morbida ed elastica, in una parola, più giovane. Non è raro, infatti, trovare creme o maschere nutrienti a base di miele per nutrire e ammorbidire la pelle secca. Se abbinato ad altri prodotti naturali, come gli oli vegetali, ad esempio quello di mandorle, è un ottimo prodotto emolliente in grado di alleviare pruriti che interessano la pelle secca e prevenire screpolature e rossori.

Quali sono le dosi giornaliere di miele consigliate?

L‘apporto calorico del miele si aggira intorno alle 300 calorie ogni 100 grammi in base alla tipologia di miele. Essendo composto per lo più da fruttosio e glucosio si consiglia di non consumare più di 80-100 grammi di miele al giorno, e preferibilmente la mattina, per una sferzata di energia, abbinato a fette biscottate e yogurt greco e, in generale, come sostituto dello zucchero in caffè e tisane o nei dolci.

Un unico accorgimento, il miele non va fatto mangiare ai bambini che non hanno ancora raggiunto il primo anno di età per evitare eventuali reazioni allergiche e per evitare il rischio di botulismo che potrebbe avere conseguenze rischiose per i neonati, per il resto il miele non ha controindicazioni, e può essere consumato con moderazione nei modi che si preferiscono.

Ti potrebbe interessare:

3 COMMENTS

  1. Un articolo molto interessante, buono a sapersi che il miele si può utilizzare per molti usi, non solo in cucina

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.