Bioritmi: cosa sono e come influiscono sul nostro umore

Cosa sono i bioritmi e da cosa si originano? Il corpo degli esseri umani è governato da una serie di ritmi naturali, chiamati “bioritmi”, i quali insieme ai ritmi biologici costituiscono dei fattori che determinano mutamenti chimici nel cervello.

Bioritmi: cosa sono e come influiscono sul nostro umore

Il corpo degli esseri umani è governato da una serie di ritmi naturali: i “bioritmi”, ovvero bioritmo personale ed individuale proprio.  Si originano alla nascita dell’individuo e lo accompagnano per tutta la vita. Secondo la teoria ad essi connessa, sembra che essi vadano ad influenzare le caratteristiche fisiche, emotive, intellettive, intuitive, estetiche e persino spirituali dell’individuo. La teoria dei bioritmi risale ad un secolo fa, quindi è piuttosto recente. Avvenne ad opera di due uomini: Wilhelm Fleiss e Hermann Swoboda. Scopriamo i bioritmi e il significato!

video

Come funzionano i bioritmi

Wilhelm Fleiss, amico di Sigmund Freud, era in realtà un numerologo e si dedicava alla numerologia; scrisse un libro insieme a Freud dimostrando che i numeri assumevano un importanza notevole per i fenomeni fisici e biologici, e supponendo che ci fosse una correlazione tra corpo e mente, ne dedusse che esistevano due ritmi di vita legati ai numeri 23 e 28 (giorni), corrispondenti al periodo femmina (28 ciclo mestruale), e periodo maschio (23).

A Vienna il dottor Swoboda, stava giungendo alle stesse conclusioni, analizzando i sogni lo stato d’animo e la salute dei suoi pazienti, si rese conto dell’esistenza di due cicli naturali numerici legati ai due numeri 23 e 28, chiamò il 23 ciclo fisico e il 28 ciclo emotivo.

A questi 2 cicli fondamentali se ne aggiunse un terzo ad opera dell’ingegnere Alfred Teltscher, il quale osservò che le capacità intellettive dei suoi allievi fluttuavano nell’ arco di un periodo di 33 giorni, che definì ciclo intellettuale. Nel corso degli anni la teoria dei bioritmi si andò affinando diffondendosi gradualmente in tutto il mondo tra gli anni 20 e gli anni 70.

Negli ultimi vent’anni, la teoria dei bioritmi si è ulteriormente estesa includendo altri cicli, questo grazie all’evoluzione dei computer con i quali, tramite un software, attraverso un grafico, è possibile tracciare i bioritmi di un individuo.

I tre nuovi bioritmi

I tre nuovi bioritmi inseriti nell’ultimo trentennio, o giù di li, sono quello intuitivo, quello estetico ed infine, il bioritmo spirituale. Ad ognuno è stato assegnato un valore numerico in giorni:

  • “intuitivo” di 38  giorni;
  • “estetico” di 43 giorni;
  • “spirituale” di 53 giorni.

Oltre ai tre bioritmi citati si presume che ne esitano almeno altri tre che sono rispettivamente: dominio, passione e saggezza.

Bioritmi e cicli principali

  1. Ciclo emotivo: quando il ciclo emotivo è alto si provano emozioni intense e si è maggiormente predisposti a rapporti affettivi.
  2. Ciclo fisico: quando risulta essere alto nel nostro bioritmo si è pieni di energie, il nostro fisico risulta più forte rispetto alla malattia e alle infezioni.
  3. Ciclo Intellettivo: Se è alto sono presenti buone capacità razionali intellettive e pratiche, l’attenzione alla gestione lavorativa risulta molto acuta. Quando invece risulta basso la mente risulta essere pigra per qualsiasi elaborazione, ci si sente indolenti e affaticati.

Come si calcola il bioritmo? Il bioritmo influenza il sonno? queste ed altre domande vengono spesso poste a tal proposito.

I bioritmi iniziano da 0 e sono calcolati partendo dalla data di nascita

I bioritmi sembrano fornire, in maniera scientifica e significativa, un valido modo per poter valutare e predire il futuro. In America in Germania e in Giappone vengono adottati dalle industrie imprese ed enti pubblici. Ad esempio, il ministero della sanità giapponese pubblicò uno studio (anni 70) secondo il quale gli autisti degli autobus di linea e taxi, incorrevano in un maggior numero di incidenti nei giorni considerati “critici”. In tal senso, sono state fatte numerose ricerche ed esperimenti.

In conclusione, i bioritmi sono dei modelli periodici di comportamento che influenzano molte specie animali e vegetali calcolati su base numerica e secondo un preciso modello matematico.

Funzioni organiche come il sonno e la veglia seguono un ritmo di 24 ore, e sono spesso legati ad un orologio biologico di ogni singolo individuo ed andrebbero rispettati quanto più possibile. Inoltre, i bioritmi costituiscono un valido strumento che consente di “curarsi” da soli, si avvalgono di questo metodo anche molti naturopati che lo adottano con i loro pazienti. Attraverso il calcolo del bioritmo e lo studio di esso.

Lo specialista elabora un bioritmo del paziente in base al giorno e all’ora di nascita, disponendo di un computer, si calcola il bioritmo del paziente e si elabora una terapia. I bioritmi risultano validi per combattere lievi disturbi derivanti da ansia, depressione e stress. Da non sottovalutare il calcolo del proprio bioritmo in chi pratica attività sportive ad alto livello in quanto sono in grado di segnalare i periodi più favorevoli in cui ottenere prestazioni migliori, insieme a quelli meno proficui. Il calcolo bioritmo è importante per coloro che desiderano sapere di più su se stessi e sui personali cicli sia singoli che bioritmi di coppia.

Ti potrebbe interessare

Training autogeno a cosa serve, come si fa

3 COMMENTS

  1. Non conoscevo i bioritmi, cioè non pensavo che si chiamassero in questa maniera. Grazie per le informazioni di in questo articolo.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.