Ogni abitazione è dotata di un impianto elettrico indipendente, grazie al quale sono alimentati tutti i dispositivi elettrici ed elettronici installati all’interno della casa. L’intero apparato svolge un ruolo estremamente importante per l’intero ambiente domestico, in quanto da esso dipende buona parte della funzionalità e della fruibilità degli ambienti della casa. Per questo motivo, ma non solo, è necessario che sia progettato e realizzato in maniera adeguata e, se necessario, sottoposto ad interventi di manutenzione o ampliamento.

La progettazione degli interventi

Secondo quanto disposto dalle norme in vigore, gli interventi per la realizzazione, la modifica o l’ampliamento di un impianto elettrico (domestico e non solo) devono essere progettati nel dettaglio prima di essere realizzati. La stesura del progetto è appannaggio dell’azienda specializzata che si occuperà di implementare i lavori. Pertanto, se si rende necessario un ampliamento o una modifica struttura sostanziale di un impianto già esistente, è bene affidarsi ad operatori del settore, così da avere maggiori garanzie circa la realizzazione dei lavori (che per legge deve essere “a regola d’arte”).

La fase di progettazione individua tutti gli interventi necessari, che possono spaziare dalla messa in sicurezza al potenziamento della struttura complessiva fino all’ampliamento dell’impianto (magari per aggiungere nuovi sbocchi in altri locali della casa che prima erano inutilizzati).

La stesura del progetto serve anche a massimizzare la funzionalità dell’impianto: assieme ad un supervisore dei lavori di ristrutturazione o restauro, i progettisti individuano la collocazione giusta per prese, interruttori e punti di luce, così da ottenere un risultato funzionale (ed evitare che gli elementi “visibili” dell’impianto siano in contrasto con gli elementi d’arredo o altre strutture). Con la domotica si aggiunge anche valore alla propria abitazione.

Multi lampade a sospensione

La realizzazione dei lavori

Dopo la progettazione, i lavori veri e propri possono cominciare ma non prima di aver acquistato tutto quanto è necessario; gli articoli che servono per questo genere di lavori possono essere facilmente acquistati presso i classici negozi fisici; in alternativa si può optare per l’acquisto di materiale elettrico online, grazie ai numerosi store digitali, come ad esempio Ziotester, che offrono la possibilità agli utenti della rete di farsi un’idea più chiara sulla vasta offerta di articoli elettrici presenti sul mercato.


Il primo passo consiste generalmente nel realizzare gli interventi di muratura per creare o adeguare le strutture che dovranno ospitare l’impianto elettrico (in particolare i cablaggi e le scatole di derivazione). Completate tutte le predisposizioni necessarie, i tecnici addetti all’impianto elettrico possono procedere agli interventi di ampliamento, ammodernamento o ristrutturazione dell’impianto tenendo presenti, soprattutto nel caso di una realizzazione ex novo o di un ampliamento, delle
indicazioni del direttore dei lavori circa la dislocazione degli “sbocchi” dell’impianto.

Come scegliere le luci per la casa

I dispositivi di illuminazione possono aumentare considerevolmente il comfort e la funzionalità degli ambienti domestici. Per questo è bene sceglierli con molta cura, coniugando efficienza energetica, massime prestazioni e costi non troppo elevati. La scelta è determinata da una serie di fattori, il primo dei quali è la collocazione del dispositivo di illuminazione.

Per alcuni ambienti (i più frequentati della casa) è bene optare per una luce potente ed omogenea, in grado di resistere ad un utilizzo intensivo e prolungato e di offrire, al contempo, un’illuminazione efficace. Per altri, come ad esempio corridoi e disimpegni, si tende a scegliere faretti e piccole lampade a parete poiché si tratta di ambienti secondari e di solo passaggio che non richiedono un’illuminazione particolare. Esistono ben 6 tipi di luce tra cui scegliere quella più idonea ad ogni ambiente.

Dal punto di vista del costo e del rendimento energetico, una soluzione che si sta imponendo ormai da alcuni anni è quella delle luci a LED; queste ultime vengono preferite ai dispositivi di illuminazione a filamento incandescente in quanto comportano un impatto economico inferiore, poiché sono molto più durature e consumano meno.

Ti potrebbe interessare

Giardino, elettricità, interruttori e prese: vivere in sicurezza

3 COMMENTS

  1. In questi ultimi anni stiamo rivalutando molto Tutto ciò che riguarda il risparmio energetico in casa per cui interventi mirati a questo scopo sono indispensabili la mascherina

  2. Ciao io uso da tempo le lampadine a risparmio energetico e ho modificato l’impianto perchè vecchio, si risparmia molto in questo modo

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.