Quali sono i diversi cicli del sonno?

2
Quali sono i diversi cicli del sonno?
Quali sono i diversi cicli del sonno?

Spesso l’argomento sonno può dar luogo ad una serie di domande, ad esempio, ci si chiede quali sono i diversi cicli di sonno e quale sia la fase di sonno in cui ci si riposa. Spesso, la curiosità ci spinge a chiederci anche in quale fase di sonno si sogna e perché talvolta ricordiamo i nostri sogni, e altre volte questo non accade. E’ bene sapere che le ore che si trascorrono a dormire sono diverse tra loro e, appunto, sono divise in fasi o cicli.

Diversi cicli del sonno

Le fasi di sonno profondo sono chiamate sonno non-REM si alternano alle fasi sonno REM per tutta la notte. Vediamo di comprendere le fasi che prendono il nome di cicli di sonno e la differenza tra sonno e fasi REM e non REM.

Fasi di ciclo sonno REM e non REM: differenze!

Normalmente si dorme dalle 7 alle 10 ore per notte. Quindi: quanto dura ll ciclo del sonno? In media dura 8 ore di sonno nel quale si compiono da 4 a 6 cicli di sonno. La prima fase è la non REM: si tratta del momento in cui ci si addormenta la fase transizionale che conduce dalla veglia al sonno. Soffrire di insonnia non consente di recuperare, al meglio, le energie necessarie.

Come calcolare i cicli del sonno? Le varie fasi!

  1. Fase non REM
  2. Rallentamento del battito cardiaco e rilassamento della muscolatura. Questa fase rientra nel 45 % di sonno totale
  3. Il corpo entra nella fase di sonno profondo che copre il 25 % del sonno totale. Pulsazioni cardiache e pressione scendono notevolmente. In genere segue la fase REM.
  4. Dopo essersi addormentati, (dopo 1 ora 1 ora e mezza) si entra nella fase REM che dura circa quindici minuti. Può capitare di svegliarsi tra una fase REM e l’altra ma di riaddormentarsi subito.
Come calcolare i cicli del sonno?
Come calcolare i cicli del sonno?

Sogni: sognare e fase REM

Nella fase REM si compiono i sogni, frutto delle attività svolte durante il giorno o sviluppatisi dal nostro inconscio e sub-inconscio. Questa fase di sonno dura 15 minuti circa, e si ripete più volte nell’arco del ciclo sonno: la muscolatura è rilassata, e le funzioni vitali sono tutte in diminuzione.

Alterazione del sonno e insonnia

L’insonnia può colpire le persone di qualsiasi età. Un’ alterazione del ciclo sonno veglia può stressare l’organismo e non favorire la giusta quantità di riposo notturno. I giovani tendono ad andare a dormire molto tardi e a svegliarsi tardi (sindrome del sonno ritardato). Gli anziani invece, fanno l’esatto contrario: vanno a dormire molto presto per poi svegliarsi prima dell’alba (sindrome fase sonno avanzata). Infine, i non vedenti possono soffrire della sindrome di sonno circadiano, con cicli sonno veglia anche regolari, ma con fasi che durano più di 24 ore.

Altri disturbi compatibili con l’insonnia sono: incapacità ad addormentarsi; risveglio anticipato al mattino presto; risvegli multipli durante la notte. Tutte situazioni ed alterazioni del sonno o disturbi del sonno spesso sono riconducibili allo stile di vita, allo stress e all’alimentazione e, talvolta, anche all’ambiente circostante: camera da letto, luce, materasso o letto.

Come dormire bene e combattere l’insonnia

Abbiamo visto come l’equilibrio sonno veglia sia molto importante per recuperare energie e come le fasi di sonno in cui ci si riposa sono quelle che seguono la fase REM ossia la fase di sonno profondo che copre il 25 % dei cicli di sonno. Ora, per dormire bene e combattere l’insonnia è molto importante avere alcuni accorgimenti di base. Vediamo quali sono!

  1. Andare a dormire sempre alla stessa ora.
  2. Cenare in modo adeguato, non pesante e almeno tre ore prima di andare a dormire. Evitare di abusare di grassi, evitare tè e caffè nelle tarde ore pomeridiane e serali e l’eccesso di questi cibi. Evitare il consumo serale di cioccolato.
  3. Svolgere attività fisica, due tre ore a settimana ma evitare attività fisica la sera tardi.
  4. Creare un’ambiente confortevole della zona notte.
  5. Allestire letto e materasso comodi, ed appropriati alle proprie esigenze. A tal proposito, è bene ricordare che soffrire di dolori articolari, mal di schiena, o anche l’avere posture errate mentre si dorme, può alterare le fasi del ciclo di sonno e indurre insonnia. A tal proposito per comprendere meglio quale sia il tipo di materasso e letto che ci necessitano si può consultare il sito https://migliori-materassi.it

Sonno alcuni consigli facili per facilitare il riposo notturno

Talvolta può venire in aiuto ‘integrazione di sostanze particolari come la melatonina o l’uso serale di tisane rilassanti a base di camomilla, biancospino, passiflora e simili.


Previous articleGatto in arrivo in casa: preparagli un rifugio
Next articleProgettazione di carta intestata aziendale: gli errori più comuni
Ciao sono Mara Mencarelli, founder di questo ed altri siti. Blogger, webeditor, freelance. La scrittura e lo sport sono tra i miei interessi principali. Per informazioni e collaborazioni scrivi a maraoya21@gmail.com

2 COMMENTS

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.