Vita in famiglia e routine familiari: quando servono e perché

Vita in famiglia e routine familiari: quando servono e perché
Vita in famiglia e routine familiari: quando servono e perché

Non tutti amano le routine e la pianificazione, ma le abitudini consolidate all’interno di una famiglia hanno uno scopo ben preciso, quello di fornire maggior tranquillità ed equilibrio, ma cosa più importante, aiutano a gestire al meglio il tempo e a favorire la comunicazione ed il rapporto all’interno di una famiglia. I ritmi sempre più frenetici portano alla disgregazione delle famiglie, e ritrovare nella routine uno spazio da dedicare ad ogni membro, ma soprattutto alla famiglia intera, è di fondamentale importanza per la sua sana evoluzione.

Vita in famiglia e routine familiari: servono?

L’organizzazione e la routine quotidiana in famiglia, offre una base solida ai rapporti interni, oltre ad assumere un ruolo fondamentale nello sviluppo e nel benessere di ogni individuo, specie nei bambini, ma non solo.

Le routine familiari vacanze incluse, creano una struttura solida, una sensazione di sicurezza, ed un base su cui costruire le proprie esperienze ed esigenze nel rispetto degli altri membri.

Ecco che il pranzare e cenare insieme non sono solo un gesto organizzativo, ma anche un momento di condivisione da vivere insieme confrontandosi. Ma scopriamo quali sono i cardini che si articolano sul concetto di routine familiare.

Stabilità ed equilibrio: pranzo e cena in famiglia

Può sembrare strano ricondurre la stabilità e l’equilibrio emotivo alle routine familiari, ma in verità si tratta di esperienze che tendono a dare un senso di stabilità all’interno della famiglia. Le routine sono formative, insegnano ad avere un certo tipo di comportamento, ad organizzarsi la giornata ma soprattutto, a ritagliarsi dei momenti di condivisione con gli altri membri.

Mi è capitato di ospitare a pranzo e cena delle persone (ragazzi) in giorni normali, e sentirmi dire che “sembrava di stare a Natale” in quanto nella loro famiglia ci si siede a tavola tutti insieme, solo nelle grandi occasioni.

Inutile dire che in questi casi spesso si evidenziano lacune a livello caratteriale e comportamentale: il senso di condivisione spesso decade, ma ciò che risalta è l’indole alle volte prevaricatrice e, talvolta, egocentrica.

La stabilità e l’equilibrio in famiglia, la condivisione di impegni e ruoli, il poter confrontarsi, sono tutte attività formative che rientrano nelle routine familiari.

Sapere cosa aspettarsi nell’arco della giornata contribuisce a formare ragazzi migliorando il senso di sicurezza, riducendo l’ansia, abituando alla condivisione.

Sviluppo dei bambini e routine quotidiane

E’ inutile dire che le routine famigliari sono tanto più importanti quanto sia ridotta l’età dei bambini, in quanto come accennato, si rivelano davvero molto formative.

L’orario regolare dei pasti, il sonno, lo studio ed il gioco contribuiscono ad uno sviluppo sano, ed all’avere abitudini positive e rassicuranti.

Le routine insegnano ai bambini ad imparare la gestione del tempo, l’autodisciplina, e ad imparare l’auto responsabilità personale.

Tempo di qualità o quantità?

Si parla spesso di quale sia il tempo necessario che un genitore deve dedicare ai propri figli. Tempo di qualità o di quantità? Entrambi sono necessari, sia la qualità che la quantità, ma sicuramente le routine familiari aiutano a ritagliare degli spazi più ampi, specie nei rapporti basati sulla “qualità”.

In questi spazi i vari membri della famiglia possono connettersi tra di loro e dedicarsi del tempo reciproco interagendo senza distrazioni esterne derivanti dalla vita frenetica moderna. Questo può contribuire a rafforzare i legami familiari ed insegnare ai ragazzi a relazionarsi con il mondo esterno.

Routine familiari ed efficienza

Sicuramente le routine famigliari riescono a migliorare l’efficienza della vita quotidiana: una sana organizzazione giornaliera aiuta moltissimo in tal senso. Sapere quando pulire, cucinare, recarsi al lavoro e sedersi a tavola insieme, aiuta ad organizzarsi il tempo a disposizione in modo produttivo.

Insegnare ai figli la gestione del tempo

Per avere dei figli che saranno degli adulti organizzati, sicuri sia nei compiti da svolgere che nelle relazioni personali, è bene infondere, sin da piccoli, un senso di sicurezza e responsabilità, grazie alle routine e alla sana gestione del tempo.

Le routine, infatti, insegnano ai membri della famiglia a pianificare ed organizzare le loro giornate. Si tratta di un’abilità fondamentale per affrontare le sfide future che incontreranno nel loro cammino e per mantenere un buon equilibrio tra lavoro, vita sociale ed attività di vario tipo.

Adattamento al cambiamento

Momenti di stress, e cambiamenti significativi si superano più facilmente quando nella gestione di una famiglia si è abituati a delle routine che consolidano comunque i rapporti e la vita.

Mantenere alcune routine consolidate e costanti può fornire una sensazione di normalità anche nei periodi più difficili e turbolenti.

Crescita personale

Attenzione: le routine non sono solo utili ai bambini e alla loro crescita ma servono anche agli adulti. Routine sane incoraggiano attività come l’esercizio fisico e sportivo, il riposo adeguato, il tempo per il relax e quello da dedicare allo svago.

Allo stesso modo il tempo dedicato ai momenti di condivisione con i membri della famiglia e con gli amici, legami che arricchiscono e la vita e creano un forte senso di stabilità e sicurezza affettiva.

Struttura educativa efficiente grazie alle routine in famiglia

Le routine creano una struttura educativa efficiente, spazi in cui il bambini di dedica allo studio, alla lettura, alle attività sportive, al gioco, alla condivisione e alla vita in famiglia.

Tutto questo favorisce anche le attività intellettive e l’apprendimento grazie alla programmazione del tempo e alla sua gestione in modo funzionale e pratico.

Le routine familiari e la comunicazione

In ultimo, ma non per questo meno importante, le routine familiari aiutano la gestione del tempo e i momenti dedicati alla comunicazione. Momenti da ritagliare nell’arco della giornata approfittando magari del pranzo e della cena, incluso il dopo cena.

Momenti regolari e ripetuti come i pasti, le giornate della domenica pomeriggio o del sabato, offrono opportunità per condividere la propria esperienza, confrontarsi, consigliarsi, condivide successi e sfide.

Sebbene ogni membro della famiglia abbia un suo carattere e personalità la condivisione, il confronto e le routine costituiscono una valido aiuto nello sviluppo comportamentale sano.

Considerazioni

Non solo quindi “tempo di qualità”, ma anche quantità di tempo ben organizzato nelle routine, all’interno delle quali lasciare spazio anche a momenti di confidenza e affetto.

Tuttavia è bene trovare sempre un compromesso tra routine fisse quotidiane ed una certa dose di flessibilità, poiché le famiglie devono acquisire anche una certa dose di adattamento all’ambiente e alle situazioni contingenti che possono crearsi di volta in volata, imparando ad affrontare anche gli imprevisti.

Le famiglie divise dovrebbero tentare di muoversi sempre sui “medesimi binari” per garantire ai bambini maggior stabilità motiva ed affettiva nonché organizzativa.

Concludendo la vita in famiglia e le routine familiari servono molto perché aiutano a creare stabilità, legami più forti e una certa dose di autoregolazione e responsabilità verso se stessi e gli altri.

Previous articleQuali sono i modi per togliere le macchie dagli abiti: 10 smacchianti più usati
Next articleRoma città, quali sono i luoghi più romantici da visitare nella capitale?