La sterilizzazione nei gatti a cosa serve?

3
La sterilizzazione nei gatti a cosa serve?


Quanti di voi hanno acquistato od avuto in dono un bel micio e si chiedono se è il caso o no di procedere alla sua sterilizzazione? Nelle gatte femmine la sterilizzazione è indispensabile e nei maschi è utile per preservarne la salute. Ma vediamo perché!

La sterilizzazione nei gatti a cosa serve?

Per prima cosa,  a meno che, non si voglia metter su un allevamento di gatti, la sterilizzazione serve ad evitarne la riproduzione. Le gatte vanno in calore dal mese di Febbraio fino a Settembre, Ottobre e sono in grado di portare a termine 2 cucciolate in questi 6 – 7 mesi complessivi: considerando che ogni cucciolata sarà mediamente di 3/6 cuccioli ma anche meno o più,  si evince la necessità di sterilizzare le gatte.

Una gatta  in calore miagolerà fino a quando non gli concederete di uscire ed accoppiarsi, una volta ingravidata, non sarà più calore, la gestazione dura poco più dii due mesi e dopo aver partorito a breve, mentre ancora allatta, è in grado di tornare in calore e ripetere lo stesso iter, dando vita ad un’altra cucciolata.

I gatti maschi, invece, tendono ad allontanarsi da casa, e ad instaurare lotte con altri maschi, detenendosi il territorio e marcandolo con le proprie urine. Tenere in casa un maschio non sterilizzato, può creare problemi, meno se avete un giardino.

Anche tra fratelli della medesima cucciolata dopo l’anno di vita, non è infrequente assistere a litigi, i maschi dominanti tendono ad allontanare i fratelli, mentre la sterilizzazione è utile ad ovviare anche a questi tipi di problematiche, ed avere dei micini più tranquilli preservandoli da alcune malattie feline trasmissibili con i rapporti e con i morsi di altri gatti che possono infettarsi, dar luogo a ferite e sacche di pus che richiedono incisione, drenaggio ed antibiotici

Come avviene la sterilizzazione nei gatti

A seconda del sesso dell’animale avviene in maniera diversa più o meno invasiva. Le femmine subiscono un vero intervento chirurgico mentre per i maschi vi sono diverse soluzioni.

Gatte femmine sterilizzazione

La sterilizzazione delle gatte, si effettua con rimozione utero ovarica, con punti interni che evitano che la micia possa rimuoverli da sola. Verranno somministrati antibiotici, in questo periodo è consigliabile tenere la gatta isolata da altri gatti, ed evitare che per circa una settimana si arrampichi su alberi o simili. Da evitare i punti esterni che possono essere rimossi dalla gatta e richiedono attenzione maggiore ed il collare elisabettiano.

Sterilizzazione gatti maschi

La sterilizzazione dei gatti maschi puo’ essere attuata con rimozione dei testicoli attraverso incisione dello scroto. La ripresa dei maschi è celere e l’intervento meno invasivo rispetto a quello a cui sono sottoposte le femmine.

I gatti sterilizzati tendono ad ingrassare, per cui la loro alimentazione andrà tenuta sotto controllo attraverso il gioco e il movimento fisico  mediante l’utilizzo di giochi ed arrampicate. Attenzione anche all’alimentazione.  I gatti sterilizzati non marcano il territorio lasciando sgradevoli odori in giro, salvo eccezioni, stress, e cambiamento dell’ambiente. Sono inoltre, molto più tranquilli e tendono a non allontanarsi da casa, evitando di imbattersi in problemi, scontri ed investimenti.

Ti potrebbe interessare

Come curare un gatto ferito da altri gatti: medicazioni e farmaci

Gatti antibiotici e ferite: cosa fare

Previous articleCamera da letto e cabine armadio: spazio funzionale
Next articleCostumi caratteristici abruzzesi
Ciao sono Mara Mencarelli, founder di questo ed altri siti. Blogger, webeditor, freelance. La scrittura e lo sport sono tra i miei interessi principali. Per informazioni e collaborazioni scrivi a maraoya21@gmail.com

3 COMMENTS

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.