Novembre 10 consigli per piante e fiori in casa, balcone e terrazzo

0
Crisantemi
Novembre 10 consigli per piante e fiori in casa, balcone e terrazzo
Novembre è il mese in cui l’autunno comincia a farsi sentire in tutte le località italiane, le temperature scendono sensibilmente e, con l’ora legale, le giornate si accorciano, comincia ad arrivare il freddo e nelle case si accendono i riscaldamenti. Ecco che le piante ed i fiori possono risentire molto di questo cambiamento climatico sia che si trovino in casa che sul balcone o sul terrazzo, ancor più in giardino. Vediamo quali sono i 10 consigli per piante e fiori da attuare a Novembre.

Novembre consigli per le piante ed i fiori in casa

  1. Novembre è il mese in cui l’aria si fa più umida, scendono le nebbie, specie al nord d’Italia, le temperature più rigide limitano l’apertura delle finestre. Le piante poste in prossimità delle stesse potrebbero risentire degli sbalzi termici e quindi è bene porle in una stanza chiusa o ripararle dalla corrente d’aria generata dalla finestra aperta.
  2. durante questo periodo le irrorazioni sul fogliame andranno effettuate ogni 15 giorni specie se si accendono i caloriferi e l’aria si secca troppo, spruzzare le piante più frequentemente.
  3. Effettuare delle spruzzature stimolanti sempre sul fogliame, con uno “stimolante ormonico” che provocherà la nascita di nuove foglioline.
  4. Le piante da fiore che fiorisco in autunno e d’inverno andranno concimate con concime liquido ogni 15 giorni per intensificare e favorire la fioritura.
  5. Acquistare piante di Erica e Crisantemi semplici e doppi, per abbellire balconi, terrazzi, giardini e porre qualche esemplare anche in casa lontano dai caloriferi.

 

Serra da balcone e giardino
                                Serra da balcone e giardino

Novembre 10 consigli per le piante e i fiori sul balcone e terrazzo

A Novembre è necessario procedere ad una grande quantità di lavori sul balcone e terrazzo in grado di garantire la salute delle piante e di preservarne la vita con provvedimenti atti a proteggerle dal freddo e prepararle alla stagione.

  1. Riparare le piante dal freddo: Nelle regioni a clima mite (centro e sud), basterà porle in posizione riparata, provvedere le più delicate di coperture provvisori con incannucciate e teli, acquistare piccole serre fredde dove collocare gli esemplari più a rischi. Mentre nelle regioni settentrionali dove le temperature scendono di più è bene posizionare le piante in luogo riparato, meglio se al chiuso, pacciamare la superficie dei vasi con corteccia, fogliame od altro, avvolgere i vasi più delicati con teli o inserirli in vasi più grandi ponendo tra le due superfici delle sostanze isolanti per aumentare la resistenza al gelo. Nei giorni più rigidi evitare di innaffiare.
  2. Andranno effettuati i lavori di mantenimento quindi bulbi e rizomi andranno estirpati e posti al riparo (begonia, gladioli, canna indica ecc), mentre i bulbi a fioritura invernale o primaverili precoce, andranno riparati. Procedere ad eliminare dai vasi le piante annuali, svuotando anche tutti i vasi rimasti liberi ed utilizzandoli per riparare gli altri o per nuove colture invernali (come i crisantemi, ed i vari tipi di erica ecc.), quindi mettere a dimora piante biennali come i garofani dei poeti, la viola del pensiero, la violaciocca.
  3. Le piante da fiore perenni andranno suddivise ( separando i cespi), trapiantate o acquistate delle nuove.
  4. I rampicanti andranno potati energicamente e sfoltiti specie se posizionati in pergolati che con la neve o forti piogge, potrebbero appesantirsi e rimanere danneggiati (si strappano i rami con il peso).
  5. Le rose andranno messe a dimora, mentre le varietà che fioriscono sui rami dell’anno andranno drasticamente potate.
  6. Completare la piantagione di alberi ed arbusti che andranno ad arricchire il giardino.
  7. Agrumi, oleandri e specie che non tollerano bene il freddo e la neve, andranno poste al riparo, ricoperte con teli trasparenti lasciando filtrare l’aria per evitare la formazione di condensa, qualora possibile porli in ambiente chiuso non riscaldato. Concimarle con fertilizzante organico in polvere a lenta assimilazione. Annaffiare ogni 15 giorni con acqua riposata e irrorare una volta al mese le foglie
  8. Riporre tutti gli attrezzi da giardino (tagliaerba incluso), in luogo riparato, fresco ed asciutto.
  9. Riporre o riparate i mobili da giardino
  10. Potare gli alberi da frutto con potatura a secco (da Novembre a Marzo).
Previous articleCellulari, tablet, computer: danni da onde elettromagnatiche
Next articleFiocchi natalizi di stoffa e carta crespa
Ciao sono Mara Mencarelli, founder di questo ed altri siti. Blogger, webeditor, freelance. La scrittura e lo sport sono tra i miei interessi principali. Per informazioni e collaborazioni scrivi a maraoya21@gmail.com

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.