In questo momento in cui il lievito scarseggia, o semplicemente non vi va di uscire di casa per andare a comprare del lievito, sappiate che potete panificare, fare focacce, pizza e dolci senza lievito utilizzando al loro posto altre sostanze che, in genere, abbiamo in casa o che sono comunque di facile reperibilità. Personalmente non ho questo problema, in quanto ho del lievito madre fresco che rinfresco ogni 2 giorni per preparare pane pizza e dolci, se non lo avete, provate a farlo, vi ci vorrà un po’ ma poi avrete un bel “tesoro” da custodire.

La panificazione e i dolci: il bicarbonato di sodio #1

La panificazione ed i dolci danno molta soddisfazione e sono utili per chi come me, ha voglia di mangiare cibi lievitati in modo naturale per oltre 24 ore e dunque ben digeribili. Qui trovate la ricetta della focaccia con olive e pomodori con pasta madre che potrete realizzare sostituendo il lievito madre con lievito di birra, o in mancanza di quest’ultimo, con bicarbonato e lunga lievitazione. Fate riposare l’impasto anche mentre lo preparate, aggiungendo metà dell’acqua, riposo e poi altra metà.

Soda brad pane irlandese senza lievito

La dose è di 1 cucchiaino di bicarbonato per 500 grammi di farina. Si chiama soda bread e si tratta di una ricetta per fare il pane di origini irlandesi, che usa come ingredienti oltre al bicarbonato, anche il latte:

FARINA DI MANITOBA 180 GR; FARINA INTEGRALE 180 GR; 1 BICCHIERE DI LATTE; BICARBONATO 6 GR; SALE 9 GR; SONO GLI INGREDIENTI. l’IMPASTO VA LAVORATO VELOCEMENTE. Cuocere per 40 minuti in forno statico preriscaldato a 200 gradi.

Cos’è la lievitazione?

La lievitazione è un processo che permette alla farina ed al glutine in essa contenuto, di fermentare grazie alla produzione di batteri (funghi microscopici monocellulari), che servono a raddoppiare la sua struttura dando vita gli alveoli. Una maggior idratazione (acqua) dell’impasto, garantisce migliore l’aveolatura. Ma molto importante è anche il tipo di lievito e la durata della lievitazione. Alcuni cibi lievitati, specie la pizza, ci risultano di difficile digestione, questo dipende dal tipo di lievito utilizzato e dal tempo dedicato alla lievitazione.

Impasto lievitato elastico ed aleveolato

Favorire la lievitazione: i 4 elementi

Per favorire la lievitazione sono necessari 4 elementi:

  • Il calore che serve a far moltiplicare i microrganismi (23-24 gradi)
  • L’acqua che permette ai funghi e ai batteri di idratarsi
  • Gli zuccheri (miele o zucchero) che nutrono funghi e microrganismi
  • L’aria che occorre ai microrganismi per respirare

Quali sono le sostanze che possono dare lievitazione 2#

La prima, è senza dubbio la stessa farina, che se ben idratata e lasciata riposare 24 ore lievita e raddoppia anche in modo autonomo. Il pane azzimo e il pane arabo si ottengono con un impasto semplice a base di acqua, sale e farina, e viene cotto in forno o in padella.

Non vi darà un pane con ampia alveolatura ma, comunque, un buon pane. Poi ci sono i fermentati che si ottengono come frutta e yogurt utilizzati anche per dar vita agli starter per il lievito madre. La birra ed il bicarbonato sono due ottimi prodotti per far lievitare pane e dolci. Se non avete il lievito di birra ma avete della birra potrete preparare in casa il lievito di birra.

Lievito di birra fatto in casa #3

Inutile dirlo, ma l’emergenza ci riporta indietro nel tempo e alcune abitudini contadine vengono recuperate, tra esse, l’uso del lievito madre fatto in casa ed il lievito di birra fatto in casa che lo si può preparare in solo 12 ore e un po’ di pazienza, ma poi avrete del lievito da poter usare a vostro piacimento. Le dosi indicate danno vita a 100 gr di prodotto che potrete dividere in 5 panetti da 20 gr. 15- 20 gr di lievito di birra sono adatti ad una dose di 500 gr di farina. 5 minuti per la preparazione e 12 ore di attesa per l’utilizzo.

  • Preparazione lievito di birra casalingo, occorrono 3 ingredienti:
  • Birra 200 gr – Temperatura ambiente – Preferibilmente artigianale
  • Zucchero 2 cucchiaini
  • Farina 2 cucchiai
  • La preparazione richiede 5 minuti ma poi dovrete far riposare il tutto per 12 ore.

Preparazione lievito di birra casalingo

In una ciotola, amalgamate tutti gli ingredienti, poi coprite il tutto con una pellicola per alimenti e forate in più punti. Trascorse 12 ore dividete il lievito di birra così preparato, in parti uguali che avvolgerete nella pellicola facendo dei panetti. In frigo dura due giorni, quindi, il consiglio è di congelarlo e tirarlo fuori quando vi occorre.

Tenete conto che ogni lievito fa la sua funzione se utilizzato e disciolto in acqua tiepida (30 gradi) e MAI FREDDA o di frigorifero. Per aiutare la lievitazione dei lieviti è molto utile aggiungere 1 cucchiaino di zucchero, miele o malto d’orzo. La temperatura dell’ambiente in cui panificate deve essere accogliente e non fredda.

Ti potrebbe interessare

6 COMMENTS

  1. io lo preparo spesso quando non compro il pane fresco e mi trovo molto bene perché l’impasto è ideale sia per le mie pizzette sia per il pane sia per le focacce devo fare solo piccole variazioni

  2. purtroppo in questo triste periodo e’ difficile trovare il lievito in giro ma grazie ai tuoi consigli tutto e’ risolto grazie

  3. Ma grazieeee, provero tutti i metodi che hai consigliato ,dato che siamo a casa ed almeno cosi faccio pane in casa e rimango comodamente a casa

  4. Per fortuna che ne ho diversi pezzetti di lievito, ma una mia amica è rimasta senza, le gio l’articolo, grazie

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.