Shabby chic l’arredamento vintage che piace molto

0
433
Shabby chic l'arredamento vintage che piace molto

Lo stile d’arredamento shabby chic sta riscuotendo negli ultimi anni, un notevole successo. Shabby chic l’arredamento vintage che piace molto alle donne ma  conquista anche il pubblico maschile, un arredamento vintage versatile, d’ispirazione romantica, molto attuale, di cui si parla tanto sui giornali e in alcuni siti online.

 

Negli ultimi anni ha avuto davvero successo questo stile retrò che si è affermato sul mercato come uno degli stili d’arredamento preferiti: ma a cosa è dovuto questa grande affermazione con consenso di massa?

 

Shabby chic l’arredamento vintage che piace molto

Il successo dello shabby chic

 

Sarà il suo sapore romantico e retrò, la sua tendenza all’utilizzo di forme e linee morbide o magari, il forte senso di appartenenza che ispira, ma questo stile evocativo è diventato un vero cult nell’arredamento. Pur risentendo di contaminazioni caratterizzanti, piace  alle donne e conquista anche il pubblico tipicamente maschile. Il suo lato Vintage consente di arredare casa con mobili di recupero, e con il fai da te, tendenza attuale in ogni settore. Shabby chic l’arredamento vintage che piace molto: magri perché è Vintage?

 

Shabby chic: perché è Vintage?

 

Si tratta di uno stile d’arredamento che trae ispirazione dal passato, i mobili vintage infatti, lo caratterizzano in maniera preponderante. Shabby chic infatti, significa trasandato ed usurato. Il concetto nasce appunto dal riciclo di mobili di vecchia data, trattati con verniciature chiamate decapè e colori pastello. Il vintage è parte integrante dunque di questo stile che, negli ultimi anni, ha assunto una connotazione diversa, risentendo e differenziandosi grazie alle influenze di altri stili d’arredamento. Shabby chic piace molto alle donne ma cattura anche l’attenzione degli uomini specie quando acquisisce connotati industrial shabby chic, o shabby chic moderno.

 

Quali sono gli stili che influenzano il design dello Shabby chic

 

La prima contaminazione che spicca su tutte proviene dalla Provenza. Ma vi sono influenze che derivano dall’idustrial chic,  dall’elegante Gustavian chic style, ed anche dall’arredamento moderno.

 

Lo stile provenzale

Nell’arredamento la Provenza, e questo genere, si  fondono spesso con lo shabby caratterizzandolo fortemente specie nei tessili. Ha una connotazione più rustica e più informale ed è molto indicata per le case di campagna, o collocate in zone di vacanza montane e simili.

 

L’industial chic

O shabby industrial è uno stile che possiede una connotazione in chiave più moderna, sicuramente è prediletto dagli uomini, e ben si adatta ad arredare ambienti come gli open space, o gli edifici urbani di tipo industriale riqualificati.

 

Lo stile Gustavian chic

Il Gustavian chic rende ogni arredamento shabby più rifinito ed elegante, arricchendolo di linee morbide, qualche fronzolo in più, e abbracciando dunque, uno stile che precede di gran lunga quello considerato tipicamente vintage.  E’ il precursore dello stile shabby tant’è che si afferma alla fine dell’ 800 e, in molte composizioni dei nostri tempi,  lo ingloba e lo trasforma completamente, conferendogli una connotazione tutta sua.

 

Shabby moderno

Sta poi nascendo una nuova tendenza d’arredo che vedo la nascita dello shabby moderno. Questo stile d’arredo è il risultato di una fusione. Il nuovo stile è caratterizzato dunque, di elementi vintage in un contesto in cui non mancano anche mobili moderni.

 

 

Country chic

Infine, da non trascurare il Country chic con le sue tinte pastello e decorazioni floreali, talvolta molto rustico altre volte con influenze tipicamente inglesi, si unisce allo shabby dando vita ad arredamenti dal carattere deciso, molto piacevoli,  meno romantici e femminile dello Shabby puro.

 

I colori più usati

Parlando dei colori che caratterizzando gli ambienti, indipendentemente dalle influenze che possono variarli anche sensibilmente, sicuramente si collocano tinte neutre come il bianco ed il beige (in tutte le sue sfumature), supportate da colori pastello molto romantici e caratterizzanti: rosa, verde chiaro e celeste, che rappresentano le tinte più utilizzate, ma non mancano punte di coloro più acceso come il viola, il lilla e l’azzurro da utilizzare negli accessori, nei  complementi d’arredo e nei tessili in modo abile.

 

Perché piace molto

Indubbiamente i motivi per cui questo stile d’arredamento si sia affermato prepotentemente negli ultimi anni è chiaro: si tratta di uno stile versatile che usufruendo di contaminazioni ed influenze si adatta ad incontrare molti gusti ed esigenze sia maschili che femminili. E’ idoneo in case di città così come in quelle di campagna, sa interpretare bene un arredamento elegante, allo stesso modo di uno rustico, costituisce dunque un vero passepartout, con una forte connotazione.

 

Ti potrebbe interessare

 

Cosa non deve mancare in un arredamento shabby chic: 5 consigli

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!

* Raccogliamo il tuo nome, la tua email e il contenuto del messaggio per tracciare i commenti postati sul nostro sito. Per informazioni controlla la nostra privacy policy. Per commentare ci dai il tuo consenso ad acquisire la tua mail. Per rimuoverla, fai richiesta.

*

Ho letto e acconsento alla privacy policy: Accetto

Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.