La Befana a Roma Piazza Navona si veste di bancarelle e artisti di strada

La Befana chiude il ciclo delle feste natalizie, ad attenderla con trepidazione, ci sono i bambini. Roma ha da anni un suo rituale, quello che vede Piazza Navona come protagonista indiscussa. Ogni anno la Piazza barocca si veste di bancarelle, ricche di doni, regali e dolci e, quest’anno, si troveranno anche 3 stand solidali dedicati ad Amatrice e messi a disposizione dal Comune di Roma Capitale.

 

La Befana a Roma Piazza Navona si veste di bancarelle e artisti di strada

 

Non solo oggetti e regali da acquistare, ma anche tante attività ricreative ed artisti di strada da ammirare. Il 6 di Gennaio, giorno della Befana, Piazza Navona ospiterà quasi cento artisti di strada e le loro esibizioni: maghi, ballerini, mimi, trampolieri, mangia fuoco e molto altro. La Befana così saluterà le feste di Natale con esibizioni ed ultimi acquisti, calzette colorate e golose, bancarelle di ogni genere, inclusa la classica e storica mela stregata, rossa fiammante, tanto amata dai bambini.

Ma Piazza Navona non è solo il luogo amato dai bambini, tra atmosfere e zucchero filato, piace molto anche agli adulti, sia nei giorni di festa, che nei fine settimana dedicati allo svago. Meta imperdibile dei turisti che vengono a visitare la città capitolina ogni anno. Tra le cose importanti da vedere a Roma dunque, va annoverato, oltre al monumentale Colosseo, Piazza di Spagna, il Pantheon, le numerose ville, inclusa Villa Borghese con il suo cinema per bambini,  e i numerosi musei, tra i quali da non perdere i Musei Capitoli e molto altro, inclusa la splendida Piazza Navona, ancor più nei giorni di festa e nel giorno della Befana.

 

Il mercato di Natale a Roma a piazza Navona: bancarelle, artisti di strada, arte, storia e tante leccornie

La Befana a Roma

 

Sebbene Roma offra molto in termini di turismo e di festività legate a Babbo Natale e Befana, rimane il fatto che sicuramente, il luogo che il 6 Gennaio per tradizione ospita la Befana con la sua scopa sporca ed il suo naso aquilino, è Piazza Navona. Le famiglie vi portano a passeggio i bambini ansiosi di incontrare la vecchina con cui scattarsi, paurosamente, ma con tanta soddisfazione, la foto fatidica con la Befana.

Alla mezzanotte, del 5 Gennaio tutti con il naso in su ad attendere che la Befana si cali dai tetti, (cosa che non accade mai …),  ma che tutti continuano a cercare ed attendere con gli occhi fissati in alto,  nella grande ed antica Piazza Navona.  Ci si consola con zucchero filato, mele stregate, souvenir, la storica giostra posizionata al centro della piazza, caldarroste scoppiettanti, tante leccornie e l’aria festosa che la piazza regala ogni anno ad adulti e piccini.

 

Befana: scarica e colora il disegno

 

Piazza Navona cosa vedere tra arte e folclore

 

Piazza Navona rappresenta non solo un mercatino natalizio a cielo aperto, storicamente è anche una delle piazze più visitate e celebri di Roma, fatta costruire dalla nobile famiglia Pamphili, (di cui l’omonima villa), presenta vaste dimensioni e forma ovale, struttura che richiama la costruzione di un grande stadio e nel quale svetta, al centro,  la fontana del Bernini.  Un tempo il nome della Piazza era Agone dal latino “Agonis” che significa giochi, e veniva utilizzata come stadio per accogliere i giochi di atletica. Anticamente però, la piazza aveva forma concava, veniva chiusa ed allagata per accogliere i giochi.

 

 

Piazza Navona: la fontana dei 4 fiumi del Bernini e l’eredità barocca

 

Tra il 1810 e il 1839 Piazza Navona accolse anche le corse dei cavalli Barberi un po’ come accade attualmente a Siena durante il Palio. Piazza Navona racchiude una grande eredità barocca: elementi architettonici e le sculture, come la Fontana dei Quattro fiumi, ne sono la testimonianza, insieme alla Chiesa di Sant’Agnese in Agone posta davanti alla fontana del Bernini. Il Palazzo Pamphili è caratterizzato dagli affreschi di Pietro da Cortona che insieme ad altri edifici celebra la grandezza dei Pamphili in forte competizione con la famiglia Farnese e i Barberini.

 

 

Credit foto Di Myrabella – Opera propria

 

Ti potrebbe interessare

 

Roma cosa vedere: storia e arte in città e in strada

 

 

 

Sharing is caring!

 

6 Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Raccogliamo il tuo nome, la tua email e il contenuto del messaggio per tracciare i commenti postati sul nostro sito. Per informazioni controlla la nostra privacy policy. Per commentare ci dai il tuo consenso ad acquisire la tua mail. Per rimuoverla, fai richiesta.

*

Ho letto e acconsento alla privacy policy: Accetto

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.