Tutti gli stili di arredamento: come scegliere i colori in base allo stile

I colori sono alla base dell’aspetto armonico di arredamento e stile. I colori nell’arredamento variano di anno in anno secondo le tendenze moda ed i colori pantone declamati. Ma a seconda dello stile adottato nell’arredamento, vi saranno dei colori che lo interpretano al meglio rispetto ad altri. Gli stili di arredamento in uso sono molteplici ma possiamo raggrupparli in una decina di tendenze arredo: vediamole insieme!

Tutti gli stili di arredamento: come scegliere i colori

Come anticipato, in base al tipo di arredamento e allo stile prescelto per arredare la propria casa, i colori da adottare variano anche sensibilmente.

Gli stili di arredamento più noti ed utilizzati sono lo stile Industrial, lo Shabby chic, lo stile Scandinavo Hygge, lo stile Etnico, lo stile Rustico e quello Orientale, molto usato per arredare le case anche lo stile Classico e quello Moderno, romantico ed elegante lo stile Liberty; molto giovanile ed eclettico lo stile Pop, lo stile Navy, semplice immediato e rilassante lo stile Minimal. Meno noto lo stile stile Hanoï originato da tendenze esotiche.

Vediamo quali sono dunque, i colori più adatti per questi stili di arredamento, tenendo sempre a mente che i colori di base di ogni arredamento dovrebbero essere 2 o 3, salvo eccezioni.

Arredare Stile Industrial, British e Shabby: colori

stile industrial

Nell’arredamento Industrial, i colori di base sono fondamentalmente due o tre. Si tratta di un genere d’arredamento molto amato ed utilizzato per gli open space, stile che indubbiamente piace molto ai giovani, e viene utilizzare anche per creare ambienti di lavoro accoglienti, o locali underground.

Nello stile industrial si tende ad adottare colori come il nero, il marrone scuro ed il grigio. Nelle case si tende ad utilizzare uno stile industrial più “morbido”, e spesso si scivola verso uno stile Industrial e British Style molto di tendenza, od anche per uno shabby industrial.

A ogni modo, qualsiasi sia la sua versione, più o meno visivamente prorompente, si tratta comunque di uno stile che utilizza dei colori ben precisi: mai chiari come base, anche se come complementi d’arredo può adottare anche il colore bianco.

Nel British Style trova ampio impiego anche il verde; mentre nell’Industrial Shabby si inserisce bene il bianco.

Arredare casa stile Shabby chic classico moderno e i colori

Per quanto riguarda lo shabby chic moderno o classico che sia, sicuramente è uno degli stili più romantici, molto amato dalle donne e di forte tendenza, specie negli questi anni. Possiamo affermare che i due colori per elezione dello shabby sono il bianco ed il beige. Ma, si usano moltissimo anche tinte pastello come il celeste, il verde chiaro, il rosa, il lilla nelle sfumature lavanda, ed il giallo tenue.

Questo style shabby, può risentire di varie influenze e avere una connotazione classica piuttosto che moderna. Bellissime le bicromie ottenute con il bianco come base e gli accessori nei colori pastello (come in foto). Perfette anche le tinte più calde, come ad esempio il beige scelto per i mobili e caratterizzato da complementi in marrone più scuro e bianco.

shabby chic divani soggiorno
Shabby chic

Se con questa tendenza arredo vintage si scivola verso variazioni d’arredamento provenzali, in cui daremo spazio anche a tessili floreali; se ci si orienta verso tendenze più Country chic si adotteranno tessili rossi e bianchi magari con tessuti tartan che rivestono sotto lavabi e finestre.

Arredare con lo Stile Scandinavo Hygge

Materiali naturali, tendenze green caratterizzano lo stile scandinavo e l’arredamento Hygge di cui brand come Ikea rappresentano l’essenza e forniscono tante soluzioni arredo con toni inconfondibili che inneggiano alla naturalità, alla calma ed al relax, il tutto senza rinunciare alla funzionalità degli ambienti. Denominato da alcuni anche Slow life, rappresenta un modo di essere e di vivere.

hygge arredamento e relax
hygge arredamento e relax

Arredare con lo Stile etnico colori

stile etnico
Camera da letto etnica

Caldo, informale, molto solare ed accogliente, lo stile etnico tende ad utilizzare materiali naturali come il legno, il bambù, le stuoie in cocco, i tappeti di lana grezza. Ama i colori caldi come il rosso, ma anche quelli solari come l’arancio, il giallo. Non disdegna quelli che infondono calma, come il colore sabbia insieme a tutte le tonalità del legno nelle sue sfumature naturali chiare, e nei colori scuri dell’ebano, del mogano e del noce scuro.

Le luci, i colori, e la linea dei mobili, creano un’insieme armonico che evoca tempi lontani, un sapore che parla di tradizioni e culture diverse, di popoli in cui il tempo che scorre, tra l’alba ed il tramonto, e scandisce i giorni, giorni a cui, la vita stessa si uniforma, in un concetto d’arredo funzionale e tradizionale, il tutto, in maniera semplice e naturale.

Stile rustico arredamento e colori

stile rustico
Arredare una casa di campagna in stile rustico

Anche in questo caso si tratta di uno stile d’arredamento rurale, semplice ed informale, che adotta mobili importanti nella forma, e ben strutturati. Si adatta perfettamente alle case di campagna o di montagna; utilizza materiali come il legno di castagno, pino, olivo, materiali semplici e tradizionali; mentre per quanto concerne i tessili, lo stile rustico predilige fantasie come il tartan e tessili floreali.

Quanto ai colori, lo stile rustico ama le tinte calde e, come lo stile etnico, punta su tessuti grezzi che raccontano una storia. Sì a lino pesante, perfetto nei colori panna e beige, ma perfetti anche colori solari come l’arancione ed il giallo, magari utilizzati per evidenziare una parete.

I materiali che vestono pareti e muri sono tradizionali ed antichi, tra essi il cotto per pavimento, le pareti in pietra o a mattoni, i soffitti a volta, ed il tradizionale camino. Tutti elementi spesso presenti in origine nella struttura della casa, e saggiamente rivalutati.

Come arredare in Stile orientale: Cina e Giappone

arredamento giapponese
Soggiorno giapponese

Lo stile orientale nell’arredamento, sia esso quello che proviene dalla Cina o dal Giappone, ha un denominatore comune che deriva dall’essenza minimale che caratterizza questa tipologia di d’arredo.

I colori variano un poco ma, in ambedue i casi, si utilizzano mobili in lacca, sia neri che rossi, paraventi incisi o dipinti, realizzati in carta di riso, sculture in pietra, ciotole, lampade leggere e vassoi dai colori decisi e dai motivi floreali.

I colori d’elezione, oltre al rosso e nero, sono le tinte quasi neutre del beige, ma anche i colori vividi come l’oro. Nelle abitazioni comuni attuali si interpreta questo stile con arredi minimali e tinte semplici mai usate in numero eccessivo. Generalmente si adotta il beige, il nero ed il marone in varie sfumature.

Molto diverso lo stile elegante e folcloristico che è facile vedere nei ristoranti arredati in questo modo. Ma, come accade per altri stili, le variazioni sul tema (tra moderno e antico), sono molteplici. L’ultima tendenza orientale in termini di arredamento è sicuramente il Vastu.

Stile Classico: Vintage e antiquariato: eleganza e colore nell’arredamento

Stile classico

Alcuni credono che sia uno stile davvero fuori uso, passato di moda, in realtà si tratta di una tendenza intramontabile che, anche perdendo consensi, in base al periodo storico e delle tendenze, non passa mai di moda.

Mai eccessivo, lo stile classico, nelle versioni più moderne, utilizza toni e colori neutri come il bianco, il grigio, il marrone, tende ad evitare tinte accese e colori sgargianti.

Utilizza mobili dalle linee classiche, spesso di qualità, e si adatta ad arredare, senza problemi, ogni ambiente della casa. Quello più retrò utilizza anche mobili d’epoca, dettagli di classe come gli argenti e lampadari importanti in bronzo, ottone e cristallo.

Rivisitato nello stile Vintage in cui il mobilio dal sapore vecchio non è mai antico, ma linee ed oggettistica si rifanno ad elementi di 20 – 30 anni fa. L’oggettistica Vintage è stata ampiamente rivalutata anche nello stile Industrial, in quello Shabby e in quello Pop. Lo Stile Heritage, ad esempio, è una tendenza Vintage molto elegante e raffinata di cui vi parliamo QUI.

Arredamento e Stile Liberty: eleganza di linee e colori

Allo stesso modo lo stile Liberty, raffinato e ricercato nei dettagli ha un denominatore comune di eleganza. Proveniente dal periodo Belle Epoque, adottato in epoca moderna specie nelle rifiniture e negli infissi: scale, cancelli, balconi si vestono di motivi floreali e decorazioni cesellate ad arte.

Elegante anche la scelta dei colori: bianco, marrone, grigio e verde sono i prescelti, linee morbide, decorazioni floreali incorniciano mobili, strutture ed accessori, in contrapposizione piena con le tendenze geometriche dell’Art Decò che giungerà storicamente, in un periodo successivo.

Stile Liberty nell'arredamento è eleganza e raffinata esecuzione
Stile Liberty nell’arredamento è eleganza e raffinata esecuzione

Arredare con Stile Moderno e stile Contemporaneo: colori

Lo stile moderno, è quello che non risente di stereotipi particolari e, in questa tendenza d’arredamento, si collocano tantissime variazioni sul tema. I colori sono molteplici, influenzati dalle tendenze d’arredo del momento, e dai colori pantone dell’anno. Le linee sono, talvolta semplici, altre volte più ricercate, specie nei mobili di design.

E’ tra tutti gli stili, quello che riesce ad avere una grande variante di elementi e di colori adattandosi perfettamente a coloro che vogliono cerare ambienti eleganti, informali, ottimizzando lo spazio.

Lo stile moderno nasce grazie alla rivoluzione industriale e alla nascita di numerose fabbriche in grado di offrire mobili in serie di qualità, funzionali e gradevoli. Successivamente, con lo sviluppo del Design e la nascita di scuole dedicate al design, le produzioni industriali hanno generato un mercato fornitissimo.

Moderno e Contemporaneo si differenziano un poco. Lo stile contemporaneo è adottato da i giovani e risente molto delle tendenze green del momento articolate nel rispetto del risparmio energetico e della sostenibilità.

Stile pop e colori: pop art e arredamento

Stile Pop – Pop Art

Lo stile pop, nato sull’onda della pop art, movimento artistico nato tra la fine degli anni 50 e gli anni 60 nel Regno Unito, da ampio spazio ai colori e ai disegni. Elemento di base sono i colori e il loro grande uso.

La modernità, affianca i colori e da vita a mobili vistosi, rappresentativi ed eclettici. La caratteristica di questo stile di arredamento è proprio l’uso dei colori accesi, associato a quadri e decorazioni che rimarchino gli anni 60, insieme a linee minimali valorizzate dai colori stessi.

Tappeti in pelo e lampade a sospensione, si sposano perfettamente agli anni 60, insieme a materiali plastici e superfici lineari. Uno stile giovane che caratterizza molto gli ambienti arredati.

Arredamento Stile Navy e colori

Arredamento stile navy
Arredamento stile Navy

Nato, appunto, nelle zone di mare e sulle navi, lo stile in questione ripropone uno spaccato di vita marinara.

Il legno più utilizzato è il mogano, mentre i colori per elezione sono, oltre al marrone rossiccio tipico del mogano, anche il bianco ed il blu.

I tessili e le pareti si vestono di strisce, ed elementi decorativi rivisitati nell’uso come piccoli e grandi timoni, fari, conchiglie e reti, diventano accessori per arredare in stile Navy.

Si adatta moltissimo alle case al mare, sugli yacht, ma è perfetto anche per arredare la cameretta dei ragazzi. In alcuni casi, quando i toni si fanno eleganti ed i materiali pregiati, è possibile riproporlo anche in ambienti diversi da quelli citati.

stile marinaro

Come arredare con lo Stile Minimal: colori

L’arredamento in stile Minimal è elegante, pacato, e suggerisce relax. Scandisce la vita in modo cadenzato: senza fretta. Fatto per chi ama ambienti lineari, dotati di essenzialità, facili da gestire e mantenere puliti. Lo stile Minimal utilizza mobili lineari, non riempie le stanze di accessori, ma si avvale solo di ciò che è davvero indispensabile.

Tra i colori più utilizzati ricordiamo il grigio, il marrone in varie tonalità, colori che si possono spezzare nella loro cromia aggiungendo qualche elemento contrapposto, come una poltrona in rosa viola, in blu scuro o in verde scuro. Anche in questo caso, si può scegliere se arredare in mono-tinta o multicolore optando per i colori più adatti allo stile minimal, tra quelli citati.

Arredamento minimal

Stile stile Hanoï l’esotico con gusto

Il fascino esotico entra in casa e mixa elementi naturalmente esotici insieme a mobili coloniali. L’uso di tanto verde rappresentato da piante verdi e stampe esotiche con colori vivaci, foreste farfalle uccelli e pappagalli. Una tendenza d’arredo dinamica e chic al tempo stesso in cui non vengono meno alcuni dettagli tipicamente Vintage.

stile hanoi
stile hanoi

Ti potrebbe interessare:

👉 Seguici in Instagram

11 COMMENTS

  1. Io e il mio compagno puntavamo ad un arredamento in stile scandinavo. Ma abbiamo dovuto bloccare tutti i progetti di trasloco per via del covid

  2. un articolo che ho letto con vero piacere dato che ho intenzione di rimodernare un pò casa, grazie per i tuoi consigli

  3. Abbinare stile e colori non è sempre semplicissimo. Ad esempio, a prescindere dal fatto che si tratti di stile pop o moderno opterei sempre per una gamma di colori vivaci per l’arredamento. Ovviamente poi bisognerebbe valutare se tale abbinamento si possa sposare o meno con lo stile complessivo dell’abitazione.
    Maria Domenica

  4. Seguo sempre i tuoi consigli sulle tendenze arredamento perché una mia amica sta ristrutturando casa e si appresta ad arredarla così mi tengo aggiornata quando mi chiede dei pareri!

  5. Qui in Scozia lo stile e’ british, appunto. Nelle case arredate con gusto sembra di essere sempre in un B&B lusso 🙂

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.